De Rossi al primo derby da allenatore. La rivalità di una vita si sposta in panchina

Valerio Bottini
02/04/2024 - 17:20

Romanews.eu
De Rossi al primo derby da allenatore. La rivalità di una vita si sposta in panchina

ROMA LAZIO DE ROSSI – Alle ore 18 di sabato 6 aprile scatta per Daniele De Rossi l’appuntamento con il primo derby della Capitale da allenatore. Una partita che l’ex capitano ha giocato e vissuto decine e decine di volte da calciatore, respirata fin dalla nascita 41 anni fa e proseguita nei vent’anni da simbolo romanista per eccellenza, prima al fianco di Totti poi con la fascia al braccio. DDR e la Lazio: storia di numeri, gol, gioie, dolori, tensioni ed emozioni. Storia di una sfida che, per chi come lui nasce e cresce a Roma, dura molto più di una settimana.

I numeri di DDR nella stracittadina

Di derby De Rossi ne ha giocati in totale 31 (29 in campionato e due in Coppa Italia), con un bilancio di 14 vittorie, 7 pareggi e 10 sconfitte. Il primo è quello del novembre 2003, vinto 2-0 dai giallorossi ma giocato da DDR solo negli ultimi 7 minuti. L’ultimo, amaro, quello del marzo 2019, una sonora sconfitta 3-0 sotto i colpi di Caicedo, Immobile e Cataldi. In mezzo una storia lunga 16 anni e condita da due gol, entrambi arrivati però in partite poi perse: il 2-4 dell’aprile 2009 e l’1-3 dell’aprile 2017.

Agonismo e cartellini

Come accade in quasi tutte le stracittadine giocate sulla riva del Tevere, l’agonismo e la cattiveria, talvolta anche eccessivi, sono un fattore che condiziona prestazioni e risultati. Nelle 31 presenze dei nei derby, di cartellini gialli DDR ne ha collezionati 12, più di uno ogni tre partite. A questi va aggiunto il rosso diretto rimediato nel novembre 2012 a seguito del pugno al volto a Mauri in area di rigore, gesto che costò il penalty ai giallorossi e tre giornate di squalifica al giocatore.

Dal derby alla panchina

Nel corso della carriera da calciatore, proprio nella stracittadina DDR ha incrociato varie volte calciatori che poi hanno avuto il suo stesso destino: arrivare ad allenare in Serie A. Uno su tutti Simone Inzaghi, alla Lazio per gran parte della vita da giocatore e adesso a un passo dallo Scudetto sulla panchina dell’Inter. Poi il compianto Sinisa Mihajlovic, ma anche i vari Liverani, Stankovic, Oddo e Brocchi, senza dimenticare Simeone e Scaloni, diventati tecnici di prima fascia a livello internazionale. Per De Rossi l’inizio è incoraggiante, con la speranza di mettere un punto esclamativo già dal suo primo derby da allenatore.

Valerio Bottini

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...