28 Luglio 2012

Dall’Inghilterra insistono: pronti 30 milioni per De Rossi. Balzaretti-Roma: si può

NEWS DELLA GIORNATA – Il giorno dopo la vittoria contro El Salvador, la Roma si appresta a tornare in Italia. L’appuntamento per la ripresa dei lavori è fissato il primo agosto a Trigoria. Intanto sul fronte mercato si parla di un’imminente offensiva del Manchester City per De Rossi

L’ULTIMA “FATICA” NEGLI STATES – Dopo le vittorie in amichevole contro Zaglebie Lubin e Liverpool, la nuova Roma di Zeman ieri sera ha affrontato la Nazionale di El Salvador in quella che è stata l’ultima partita di questa tournée americana. Nella cornice della Red Bull Arena di New York gli uomini di Zeman si sono imposti con il risultato di 2-1 in virtu delle reti di Osvaldo e Bojan, inframezzate dal temporaneo pareggio di Gutierrez (CLICCA QUI PER RIVIVIRE LE EMOZIONI DELLA GARA ATTRAVERSO LA NOSTRA FOTONOTIZIA). Un test che di amichevole ha avuto ben poco: al 35′ del secondo tempo, infatti, il neo acquisto Tachtsidis è stato colpito da una testata da Figueroa e ha perso la testa, iniziando a protestare con l’arbitro che l’ha poi espulso, scatenando le ire di mister Zeman. Lo stesso tecnico boemo, al termine del match, ha commentato: “Io al posto di Tachtsidis mi coricavo per terra e piangevo…L’arbitro ha preso una brutta decisione“. Poi l’allenatore giallorosso ha fornito la sua disamina sulla partita: “Non stiamo ancora bene e capita di arrivare tardi sui palloni. Cinque o sei cambi a volte sono troppi. Chi entra non sempre riesce a entrare in partita per tempo, poi la squadra si allunga e non va bene“. Anche Michael Bradley, ai media statunitensi, ha detto la sua al termine dell’incontro: “Con El Salvador un test poco probante? L’impegno che mettono in campo è la loro pericolosità“. Poi il mediano parla dei suoi obiettivi personali: “Voglio dare tutto per aiutare la mia squadra a vincere. Con la Roma questo è il mio obiettivo, la mia sfida“.

LE PAROLE DEL POST GARA A ROMA CHANNEL – In seguito, il tecnico boemo ha parlato anche ai microfoni di Roma Channel: “Mi è piaciuto il primo tempo, oltre al gol abbiamo creato occasioni, poi abbiamo giocato sul pressing e ci è riuscito bene. Bilancio della tournée? Buono, anche se siamo in preparazione e non abbiamo potuto fare quello che facciamo di solito. Riprenderemo dal 2 in Austria, spero che serva a questa squadra per acquistare consapevolezza e carattere, i risultati aiutano e spero di andare avanti senza che ci montiamo la testa“. Oltre a lui, sono intervenuti ai microfoni del canale tematico giallorosso anche Claudio Fenucci e Gabriel Heinze. “La tournée è stata molto utile, ha avvicinato il club agli USA, abbiamo avuto copertura dai media locali e rinforzato il brand. Il mercato? Credo che anche quest’anno il mercato risenta della crisi che ha colpito il settore calcistico, tranne qualche club che continua a spendere c’è molta più attenzione. Per quanto ci riguarda abbiamo continuato il programma iniziato l’anno scorso, rinforzando la squadra con giovani di prospettiva utili anche nell’immediato. Penseremo poi a ridurre la rosa per consegnare al mister un numero di giocatori adeguato alle esigenze della stagione”, sono le parole dell’ad. Mentre ‘Il Gringo’ ha dichiarato: “Serenità dopo gli 8 gol fatti e 2 subiti? Conta poco, anche se abbiamo vinto 6 partite di fila. Come sto fisicamente? Sono morto (ride, ndr). Il lavoro paga, anche se sono molto stanco. Il gruppo si sta formando“.

IL CITY NON MOLLA DE ROSSI – Dall’Inghilterra sembrano non voler cessare le voci di un’immminente assalto del Manchester City per De Rossi. Il Daily Star, infatti, annuncia che i ‘Citizens’ sono pronti a presentare alla Roma un’offerta di 30 milioni di euro per il centrocampista di Ostia. L’allenatore del Manchester City, Roberto Mancini, non ha mai rinunciato al giocatore; l’immobilismo del mercato del club inglese sta spingendo il tecnico a insistere per il centrocampista romano, anche se la Roma non sembra intenzionata a trattare.

LA SITUAZIONE DI BALZARETTI – Si registrano de passi in avanti per Federico Balzaretti: sul giocatore è ormai corsa a due tra Roma e Napoli. Stando a quanto riportato da Radio Radio, tra le due possibili destinazioni il giocatore propenderebbe per la Capitale. Una decisione quella del giocatore dettata da motivi familiari (in passato aveva dichiarato di preferire un club che non disputasse le coppe europee, ndr). Un primo incontro tra Sabatini e Zamparini ci sarebbe già stato: 2 milioni di euro più 2 contropartite tecniche l’offerta della Roma, ma Zamparini vorrebbe che fosse almeno pareggiata l’offerta del Napoli (4 milioni di euro).

TUTTE LE ALTRE NOTIZIE DI MERCATOClaudio Vigorelli torna sulla lunga trattativa che ha portato Mattia Destro alla Roma: “Le pretendenti erano tante, tutti volevano acquisirlo. L’unica società che è riuscita ad arrivare alla fine è stata la Roma, dopo aver venduto Borini. Lui era reduce da un campionato straordinario e quando piaci a tante squadre cerchi di valutare la migliore soluzione, ma non è mai stato un problema di soldi perché Mattia ha rifiutato 2 milioni a stagione dalla Bundesliga. Il ragazzo ha deciso Roma, ben contento di averlo fatto“. L’agente parla anche di un altro assistito accostato in questi giorni alla Roma: Davide Astori. “Per quanto riguarda Astori molto dipenderà dalle intenzioni del presidente Cellino, con cui Davide ha un rapporto eccezionale al di là dell’aspetto lavorativo. Ogni possibile decisione su un suo trasferimento verrà presa di comune accordo“. Julio Cesar è pronto a rescindere il proprio contratto con l’Inter. Gli agenti del portier brasiliano sono arrivati quest’oggi in Italia ed entro breve potrebbero trovare l’accordo con il club meneghino. Il sudamericano è stato più volte accostato alla Roma ma, tra le opzioni previste, potrebbe esserci anche la possibilità che l’Inter chieda che il giocatore non possa rimanere in Italia in caso di rescissione.

IL RESTO DELLE NEWS – L’idea non è nuova ma stavolta la Roma ci sta pensando seriamente: costruire uno stadio al centro di Roma potrebbe non essere più una chimera per il club giallorosso. L’area individuata sarebbe quella del Gazometro, sull’Ostiense, vicino alla Piramide Cestia. Si tratterebbe di un quadrante intero, o quasi, tra via del Porto Fluviale e l’Ostiense, dedicato allo stadio giallorosso, uno stadio affacciato sul Tevere e con vicino Testaccio, cuore della tifoseria romanista. L’area del Gazometro è di proprietà del gruppo Eni, che da tempo cerca di riqualificarla che oggi ospita capannoni e uffici, per questo nasce l’idea di fare questo grande investimento architettonico: il discorso con il club giallorosso sarebbe già avviato privatamente, per questo l’area non compare nella short-list indicata dall’advisor Cushman&Wakefiled.

(News aggiornata alle ore 22)

Daniele Gargiulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.