Foto Tedeschi

EURO2020 NUOVE REGOLE – Manca sempre meno al calcio d’inizio di Euro2020. Sarà l’Italia a tagliare il nastro l’11 giugno allo Stadio Olimpico contro la Turchia. La Uefa, nel frattempo, ha dettato le linee guida per gli arbitri. Stando a Gazzetta.it, si punterebbe ad un utilizzo meno frequente del Var, dove siederà una seconda squadra arbitrale, con sede fissa a Nyon. Oltre ai quattro in campo, ci sarà un arbitro Var per concentrarsi sui “casi”, un Avar, dove l’assistente segue il match mentre il primo valuta, un Var per il fuorigioco, un coordinatore e tre tecnici. Capitolo falli di mano: sarà punita la volontarietà o la posizione delle braccia o delle mani che rendano il corpo innaturalmente più grande, se le braccia invece sono larghe in armonia con il movimento del corpo, nessuna sanzione. Ed infine, la direttiva sui cartellini prevede che se un fallo violento sfuggisse in campo, verrebbe suggerito il rosso dal Var. Poca tolleranza per le simulazioni, che verranno punite con un giallo. Stesso discorso per le proteste verso il direttore di gara e le litigate eccessive in campo. La sanzione sarebbe in quel caso, almeno, un cartellino giallo, ma il rischio è anche l’espulsione.

Leggi anche:
Europei, ingresso con tamponi e vaccinazioni all’Olimpico

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità