ROMANEWS WEB RADIO – Ai microfoni della Web Radio di Romanews, interviene l’ex calciatore giallorosso Gaetano D’Agostino, compagno di squadra di Totti: “L’addio di Totti? Ho pianto, la parte più toccante è stata quando ha abbracciato i figli. Il discorso tocca e non tutti hanno il coraggio di esporre i propri sentimenti. C’è anche un pizzico di pensiero velato perché io penso che lui non voleva smettere”, il commento dell’ex compagno di squadra del numero 10 sulla giornata d’addio al calcio giocato con la maglia della Roma. D’Agostino prosegue poi: “Io onestamente, come nessuno al mondo, lo vedo con una altra maglia, anche esteticamente gli starebbe male. Se lui avesse avuto 36 anni avrebbe avuto ancora due anni per divertirsi, a 41 anni potrebbe andare all’estero dove c’è una risonanza mediatica forte, e lo farebbe per portare la sua immagine fuori o come esperienza, a 41 nessuno in Italia gli farebbe un contratto di 3 anni. Ma ora io credo che non ha più la forza e la voglia di spostare la famiglia e quindi io lo vedrei nelle sorti di vice presidente. Non può finire cosi e credo che la Roma abbia in lui un punto di riferimento. I pilastri della Roma sono Strootman, De Rossi e Florenzi: questa è la base da cui si deve ripartire”.