RASSEGNA STAMPA AS ROMA – Chi pagherà i lavori di messa in sicurezza dell’Olimpico? Come riporta il Messaggero (L.De Cicco), il prefetto Gabrielli ha ordinato una serie di misure che prevedono la divisione delle curve in due mini-settori (con un taglio di circa 3mila posti ) e l’innalzamento delle barriere tra Curve e Distinti. I club devono trovare velocemente una soluzione visto che il Coni ha fatto sapere di non essere intenzionato a pagare per interventi che  “riguardano esclusivamente le partite di Roma e Lazio”, e l’Olimpico potrà aprire soltanto se le prescrizioni saranno rispettate in pieno.

4 Commenti

  1. Forse sono ignorante io e correggetemi se sbaglio, ma se sto in una casa in affitto e ci sono per esempio le tubature da rifare le spese toccano a me? Boh mi pare assurdo..

  2. Quello che sta accadendo a Roma e’ allucinante. Purtroppo il magna magna non si fermerà qui. Allora L olimpico non è a norma, ma lo stadio alla Roma non lo fanno fare. Roma e LAZIO pagano affitto al coni ma il coni non intende pagare. C’è qualcosina che non va..che schifo!

Comments are closed.