NOTIZIE AS ROMA – Intervenuto durante il palinsesto odierno di Tele Radio Stereo, Leandro Cufrè, ex difensore della Roma dal 2001 al 2003 e dal 2004 al 2006, ha parlato del mercato romanista, soffermandosi anche su un possibile approdo a Trigoria di Vida, suo ex compagno di squadra ai tempi della Dinamo Zagabria: “La Roma è stata l’esperienza più bella che ho avuto, se fosse stato per me non sarei mai andato via. Quando arrivi alla Roma, i tifosi ti entrano nel cuore, però Spalletti aveva un’altra squadra in mente, quindi ho preferito andare via senza creare problemi. Sto continuando a seguire i giallorossi: con Moreno hanno preso un giocatore forte, internazionale. Vida? E’ forte, può giocare sia come centrale che come esterno: lo conosco, ci ho giocato insieme alla Dinamo, Domagoj è uno che non molla mai, sarebbe molto utile alla Roma. Se può ricordare Mexes? Phillipe era più un marcatore, mentre Vida può agire anche come terzino, sembra un pendolino perché non si stanca mai. La perdita di Rudiger? E’ grande, era un bel centrale, ma Moreno con Fazio o Manolas farà una bella coppia. Fazio? La sua storia ricorda la mia: Federico, con la sua pazienza ed il suo lavoro, ha saputo conquistare i tifosi. Totti e Spalletti? Quello che succede o che è successo nello spogliatoio per me rimane sempre all’interno di quelle quattro mura. Quello che è realmente successo tra loro, lo sanno solamente loro, ma quando c’ero io posso dirti che il rapporto tra il mister ed il Capitano era buono. Francesco è sempre stato importante, per la squadra, per la società, lui è stato un esempio per noi, un vero capitano! Credo che Totti possa fare il ruolo di Zanetti all’Inter: io sono sicuro che quello che farà Francesco, lo farà per il bene della Roma!”