éROMA CUFRE’ – Leandro Cufré, ex giallorosso ora vice allenatore del Cruz Azul, ha parlato a Centro Suono Sport della sua esperienza con la maglia della Roma: “Ogni volta che vengo a Roma, i tifosi mi dimostrano il loro affetto. Ora alleno in Messico, dove ho vinto il campionato con il Santos Laguna. I giocatori qui vengono pagati molto bene, molti non sentono il bisogno di fare un’esperienza in Europa. Lainez è un prospetto molto interessante, ora sta al Betis. Quando sono arrivato alla Roma, c’erano grandissimi campioni e la competitività era molto alta, io però volevo restare lì per ritagliarmi il mio spazio e ci sono riuscito, dopo esser maturato definitivamente un anno al Siena. Ho imparato molto da Capello, Prandelli e Spalletti, che preparava la settimana di allenamenti in maniera maniacale. Sono amico di De Rossi, ci sentiamo ancora, quando vengo a Roma andiamo a cena insieme. Si capiva sin da quando era piccolino che sarebbe rimasto a Roma a vita, ha quei colori nel cuore. Pastore è un giocatore molto importante, però nel Psg non ha trovato gli stimoli giusti e ha abbassato il suo livello. Ma resta forte”.

4 Commenti

  1. Pur di andare contro la situazione attuale, andrebbero bene pure i Cufrè! Sono 8 anni che si chiedono giocatori forti, oggi andrebbero bene pure 11 scarpari! Non ho parole!!!!

Comments are closed.