23 Settembre 2022

Cristante pronto a rimanere a vita a Roma: fondamentale per Mourinho e Mancini

Cristante pronto a firmare il rinnovo di contratto fino al 2027

Foto Tedeschi

Bryan Cristante è un fedelissimo di Josè Mourinho. Il numero 4 è un insostituibile nel centrocampo della Roma fin dall’arrivo dello Special One che crede molto nelle sue qualità in mediana. Per l’ex Atalanta vicino il rinnovo di contratto con la squadra giallorossa.

Il numero 4 è un punto fermo anche di Mancini

Per molti si tratta di un gregario di lusso ma come sempre Bryan Cristante gioca e non esce quasi mai dal campo. Come riporta il Corriere della Sera, sia Josè Mourinho che Roberto Mancini lo ritengono fondamentale per le rispettive formazioni. Il numero 4 è anche l’unico romanista convocato in maglia azzurra per queste due partite di Nations League dopo l’infortunio di Lorenzo Pellegrini. Durante la conferenza stampa d’addio, Daniele De Rossi lo ha designato come suo erede e come esempio di attaccamento alla maglia. Ora la Roma vuole rinnovargli il contratto fino al 2027 quando Cristante avrà 32 anni per una cifra di circa 3 milioni di euro all’anno. L’accordo è stato raggiunto e tra poco potrebbe essere ratificato il tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

10 commenti

  1. As Roma ha detto:

    Troppo poco se penso che Pellegrini ne prende 6

  2. CAP ha detto:

    Follia pura dare 3 milioni l’anno a questo modesto calciatore.
    Finché lui e Pellegrini continueranno ad essere titolari fissi, non saremo mai un top club, perché in un top club, sti 2, farebbero le riserve fisse.

    • Flavio ha detto:

      Ah però, quindi tu sei più competente di Mou. Beh buon per te, dove alleni?

      • CAP ha detto:

        Ti ricordo che Mourinho non è infallibile, visto che quando era al Chelsea ha fatto cedere giocatori del calibro di De Bruyne, Salah e Lukaku, che me rispondi sapientò?

  3. Gimmy il romanista ha detto:

    Pelegrini a me personalmente quando a la palla sento il suo errore prima ancora che l’ui l’o facia non sto scherzando non è posibile un’o misco uno cisi che prende un boto di soldi e pure capitano di Roma sia senza carattere bssta vedere nel giorno della presentazione della Roma di quest’anno non è riuscito ad entrare in campo dasolo ma anche lì voleva vicino a l’ui il mister non è degno del ruolo che ha ma poi capisco l’emergenza che abiamo ma deve giocare per forza?

  4. Marco ha detto:

    Non mettiamogli pressione. Sta facendo benissimo. Meglio dei vari Fonseca, Luis Enrique, Zeman ecc. In giro non esiste di meglio.

  5. Marco65 ha detto:

    Cristante è il punto debole della Roma se vogliamo migliorare il punto d’inizio è trovare un centrocampista più forte e dinamico.
    Se Dybala è La joya veder giocare Cristante è la Tristeza.
    Pellegrini è il giocatore più sopravvalutato della storia della Roma. E’ un giocatore forte solo nella fantasia dei media, i tifosi lo hanno sgamato da un pezzo.
    Giocatore normalissimo spacciato e pagato da campione.

  6. Mariano ha detto:

    Se un giocatore modesto come Cristante diventa fondamentale per il c.t. della nazionale allora bisogna pensare che il calcio italiano è ridotto molto male e che la eliminazione dal mondiale è solo la punta dell’iceberg.Come qualcuno osservava è follia pura pagare 3 milioni all’anno + bonus e rinnovare il contratto fino al 2027.È un affare di cui presto la Roma potrebbe pagare il fio.Nella situazione attuale penso che dovrebbe fare panchina perchè Matic gli è molto superiore e se consideriamo che Matic non sia tecnicamente il suo alter ego le soluzioni per un centrocampo più consistente le avremmo a portata di mano,vista la assenza di Waijnaldum, vedi Camarà e Bove.Posso solo dire di essere perplesso per questa scelta che coinvolge in pieno Mou.Tuttavia penso che bisogna avere riguardo per le scelte di Mou.Spero che il rendimento di cristante possa migliorare e che alla lunga questo giocatore di caratura normale è che non meriterebbe il.rinnovo sopradescritto possa rivelarsi davvero fondamentale nel prosieguo del campionato viste le scelte di Mou,che fino ad oggi ne ha sbagliate poche