4 Agosto 2022

CorSport, l’editoriale di Costanzo: “Friedkin, vale la capacità, non il luogo di residenza”

L’ormai ex advisor esterno per le strategie di comunicazione della RomaMaurizio Costanzo, torna a farsi sentire sulle pagine del Corriere dello Sport. Il noto giornalista, infatti, è la penna di un nuovo editoriale sullo storico quotidiano sportivo.

L’editoriale di Costanzo

“Leggo che qualcuno ha danneggiato il murales di Anna Magnani. Mi sembra che non c’entri niente con il calcio, ma solo un incomprensibile gesto di rivolta. Rivolta verso chi? Verso una grande attrice che ci ha onorato in tutto il mondo? Vorrei parlare bene dei Friedkin, padre e figlio texani, che hanno acquistato
e gestiscono la Roma. Mi stupisco ancora di come i Friedkin, da lontano, abbiano saputo gestire al meglio
la squadra. Forse è vero che conta la capacità delle persone e non tanto la località di residenza. Il presidente del Torino, Urbano Cairo, ha dichiarato sul Corriere della Sera che serve un calcio sostenibile.
Ha detto: «Riforma e investimenti, il calcio italiano va ripensato. Così torneremo grandi». Sì, lo penso anch’io, ma sono meno ottimista di Cairo. È vero: possiamo tornare grandi, ma al momento non
ci scommetterei più di tanto. Crederci fa sempre bene. La campagna abbonamenti della Roma si è conclusa con più di 36 mila abbonamenti e sono numeri, ricordiamolo, che non si registravano dalla
stagione 2004-2005. Questi numeri stanno a significare che la tifoseria si fida dell’attuale Roma, che crede
in Mourinho e, poi, Dybala ha dato ulteriore avallo alla squadra. Ci sono comunque numeri in ripresa anche per la Lazio. Anche se questi sono “Pensieri giallorossi”, ci fa piacere che a Roma le cose vadano
comunque bene.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 commento

  1. Danifisarmonica ha detto:

    Ma manco pe’ niente: Lazie in B!!!