10 Febbraio 2022

Corriere dello Sport, l’attacco di Mourinho alla squadra: “Non avete le palle dei grandi”

INTER ROMA MOURINHO – Martedì sera la Roma ha perso a San Siro contro l’Inter ed è stata eliminata dalla Coppa Italia. La squadra giallorossa ha quindi perso un’occasione per avanzare in una competizione ed ora rimane soltanto la Conference League per provare ad alzare un trofeo.

Leggi anche:
Nessuna lesione per Abraham. Ibanez rischia due settimane di stop

Molto deluso lo Special One dopo la sconfitta di San Siro

Lo spogliatoio della Roma si è surriscaldato intorno alle 23 dopo la sconfitta contro l’Inter. Secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport è stata alta la delusione che ha alimentato voci, malumori, amarezze e solite fantasie. Nello spogliatoio c’erano presenti tutti: calciatori, tecnici, fisioterapisti e magazzinieri. A quel punto è partita l’invettiva di Josè Mourinho: “Voglio sapere perché, giocando faccia a faccia con l’Inter, nei primi dieci minuti vi siete cagati sotto!” Il tecnico portoghese ha poi rincarato la dose stilando il bilancio delle tante cose che non vanno: “E poi voglio sapere perché anche contro il Milan vi siete cagati sotto 10 minuti! Tutti, nessuno escluso. Voglio sapere perché da due anni vi mostrate piccoli con le grandi. Se siamo piccoli gli arbitri ci trattano da piccoli! Trattano la Roma da piccola, l’Inter è una super squadra, voi l’avevate di fronte e invece di trovare le giuste motivazioni vi siete cagati sotto. Il difetto più grande di un uomo è la mancanza di palle, di personalità. Avete paura di partite del genere? E allora andate a giocare in serie C dove non troverete mai squadre con i campioni, stadi top, le pressioni del grande calcio. Siete gente senza palle. La cosa peggiore per un uomo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

28 commenti

  1. pupi73 ha detto:

    Spero le abbia dette veramente queste cose. Poi però parliamo pure di come muoversi in campo…se gli viene insegnato durante gli allenamenti oppure no. Perchè è impossibile vedere solo passaggi orizzontali in difesa e mai un’apertura in profondità, una sovrapposizione che non venga ignorata!

  2. Romanistadepresso ha detto:

    Condivido !!!

  3. YOUKKONE ha detto:

    Ha semplicemente detto la verità!!!

  4. guidone ha detto:

    Bravo Mou, sante parole! I giocatori erano paralizzati dalla paura fi sbagliare passaggi di 10 metri… spero che la stagione finisca presto.

  5. Alessandro ha detto:

    ARIDATECE FONSECA!!!!!!!!

  6. Erik ha detto:

    Beh crudo…. ma credo sia la verità. Si è visto benissimo sul 3 a 1 con la Juve. Preso il primo gol si sono chiaramente cacati sotto e ne hanno presi altri due in sette minuti. Dopo il furto di Roma Genoa mi aspettavo gente col coltello tra i denti, invece.. ha ragione Mou. Poi ci sono anche le sue colpe ma in campo ci vanno i giocatori.

  7. giovannib ha detto:

    Se fosse vero, e ci metto un “se” bello grande, avrebbe fatto benissimo. Il problema è che se sei davvero senza carattere ti butti ancora più giù se ti attaccano così, ma dato che più in basso di così è difficile diciamo bravo Mou. Se invece il carattere lo hai ed è solo una questione di indolenza, questi attacchi possono servire. Resta il fatto che abbiamo almeno 6 giocatori veramente scadenti. Senza citare i soliti noti Mancini, Ibanez e Cristante, ci rendiamo conto degli esterni Vina e Karsdorp? Sono di una mediocirtà incredibile, cosa che pare abbia contagiato anche Veretout. Se giochi con una difesa e centrocampo scarsi anche avere carattere serve a poco, magari rende le sconfitte più accettabili perchè vedi che si sono dannati l’anima, i risultati però sarebbero uguali

  8. Vincent Vega ha detto:

    Sul fatto che questa sia una rosa di perdenti ovviamente non c’è il minimo dubbio, d’altronde è composta di giocatori sostanzialmente privi di quella aggressività e spirito competitivo che dovrebbe essere scontato a certi livelli

  9. Marco ha detto:

    Condivido in pieno

  10. Newthor ha detto:

    Parole sante!
    Che solo uno che le palle ce le ha può permettersi di pronunciare.
    Vi immaginate Fonseca o Difra che fanno un’invettiva del genere?!?!
    Ecco cosa significa avere un Mr come Mourinho: finalmente si ha il coraggio di affrontare la realtà, uscendo dalla logica “della chioccia” che negli ultimi anni ci ha fatto idolatrare e sopravvalutare giocatori che in realtà non sono all’altezza di traguardi ambiziosi!
    Io sto con Mou.
    E spero lo stesso valga per la proprietà.
    Che, tradotto, significa:
    1 – acquistare solo giocatori che garantiscano un salto di qualità;
    2 – smettere di concedere rinnovi contrattuali e super ingaggi a coloro che non siano ritenuti centrali per il progetto.
    Daje!

    • SPQR X Legio ha detto:

      Sottoscrivo tutto.
      Un saluto e Forza Roma.

    • Erik ha detto:

      Bravo, condivido. Perché lo sport più facile a Roma è quello di far fuori l’allenatore. I giocatori si salvano sempre. Lo sfogo di mourinho rappresenta quello che i tifosi pensano da dieci anni e che nessuno ha il coraggio di dire.

  11. luca da bologna ha detto:

    GRANDE MOU!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  12. leo ha detto:

    concordo con Mou. Squadra assolutamente senza attributi

  13. andrea ha detto:

    Dio mio in che mare di guai ci siamo cacciati con questo ex allenatore arrogante ed incapace. Straguadagna per non dare nessun valore aggiunto anzi …!!!!
    La proprietà dovrebbe capirlo alla svelta….

    • Newthor ha detto:

      Ad oggi ti do ragione sulla inesistente impronta tattica impressa da Mourinho sul gioco della Roma.
      Dove secondo me sbagli è nel considerare nullo il valore aggiunto portato dal mr alla società.
      In realtà c’è stato un innegabile cambio di passo e di prospettiva: non ci sono più gli intoccabili, tutti i calciatori vengono finalmente valutati per quello che fanno in campo e non più per quanto siano più o meno graditi alla stampa, alle radio ed al sottobosco di procuratori, faccendieri ed agenti che sono il male della Roma.
      In tutto questo serve che la proprietà prosegua nel percorso e supporti Mou fino in fondo.
      Oggettivamente l’anello debole di questa catena finora è stato Pinto: con tutta la buona volontà che può averci messo, acquisti come quelli di Reynolds, Vina o Shomurodov rischiano di rallentare drammaticamente il processo di crescita tecnica della squadra.
      Ma confido che anche l’operato di Pinto sia valutato con chiarezza dopo il mercato estivo e che, nel caso, si intervenga anche nel ruolo di GM.

    • Dodo ha detto:

      Andrea ma che dici? Sono due anni che toppiamo tutte le partite importanti e chi c’era prima di Mou? te lo dico io, questi giocatoti. Lui ha sicuramente le sue colpe, ma qui è l’unico che può dire come si vince, non sono di sicuro i giocatori della Roma, ne la società e nemmeno noi tifosi che non abbiamo mai vinto nulla.
      Lo sfogo di Mou, se è vero, e io spero lo sia, è la cosa più sensata che si possa dire di questa massa di invertebrati. Finiamola di difenderli in tutti i modi. Secondo voi è l’allenatore che gli dice di fare tutti passaggi laterali? Se si continua a palleggiare così è perchè nessuno si smarca, oppure non si hanno le palle per prendere iniziativa o rischiare qualche giocata. Te lo deve dire Mou che in campo bisogna muoversi?
      Non è più accettabile che se si vince una partita sono dei fenomeni e se si perde è colpa dell’allenatore di turno.

    • Quasarspace1 Roma ha detto:

      Mi dispiace dirlo ma anche se avessimo Guardiola, Ancelotti, Klopp non cambierebbe nulla di una virgola i giocatori sono mediocri punto e basta non sono dei vincenti e non hanno la mentalità da vincenti solo se gesù fosse il nostro allenatore potremmo forse vedere risultati grazie hai miracoli ma la vedo difficile pure con lui con questi giocatori.

  14. Bruno Gaggi ha detto:

    al contrario di quello che fanno le cosidette provinciali che tirano fuori le unghie quandoincontrano le grandi ,vedere Empoli,Sassuolo,Cagliari, ed altre , la Roma scende in campo gia` perdente , dimessa e senza idee.
    Giocano all’indietro per paura e incapacita` di saper verticalizzare in avanti , tanti pssaggi per finire nell’errore.
    Niles e Oliveira sono due scarsi ,il primo forselo e`sempre stato il secondo e oggi l’esatta ragione del perche al Porto non giocava che qualche minuto. si continua con portoghesi che hannodato alla ribalta Ronaldo e MOURINHO entrambi sul viale del tramonto .
    QUESTA E LA FOTOGRAFIA DELLA ROMA ATTUALE.

  15. alessandro ha detto:

    Sono anni che diciamo sempre le stesse cose, giocatori o allenatori non all’altezza, poi magari i stessi fuori dalla Roma tornano ad essere anche bravi.
    Bisogna capire se gira un virus o se magari dentro la societa’ ce qualcuno che rema contro.
    Questo anno di transazione per poi entrare nell’Europa che conta e tornare ad essere una vera squadra con un grande allenatore non sembra proprio dare garanzie e crescita. Invece di vedere un miglioramento si ha l’impressione che tutto non funziona …non c’e gioco , non c’e qualita’ , adesso mancano PURE LE PALLE…ma allora sta Roma ” PERCHE LE PALLE LE AVETE ROTTE VERAMENTE VOI JOSE’ INCLUSO E BASTA “

  16. Luke ha detto:

    La Roma ha cambiato 11 allenatori negli ultimi 11 anni per cui non credo proprio possa essere quello il problema…i giocatori vanno responsabilizzati e invece dopo 3/4 partite decenti gli rinnovano il contatto a cifre folli e smettono di giocare. Il problema è tecnico (giocatori) manageriale (valorizzazione della rosa) altrimenti non si spiegherebbe perchè pur avendo il terzo o quarto monte ingaggi in serie A siamo una squadra da 7/8 posto in classifica

  17. Frank ha detto:

    MOURINHO HA RAGIONE. PUNTO e BASTA! Non ho ancora visto nenache in serie B una squadra che fa in ogni partita diecimila passaggi indietro al portiere (e nel caso specifico Rui Patricio fa bene a rilanciarla a casaccio, per dire se non lo fate voi che giocate con i piedi……), come fa la Roma. E’ palese pure ad un incompetente che HANNO tutti PAURA, ad eccezione di Pellegrini, Miki, Abraham e Zaniolo che mirano sempre avanti. VERGOGNA. A giugno teniamoci 5- 6 giocatori e via tutti.

  18. Enzo50 ha detto:

    Cominciasse pure ad attaccare qualcuno altro muro.

  19. phoenix ha detto:

    magari le avesse dette veramente queste cose

  20. Luca66 ha detto:

    Uuuuhhhh se è vero (se!), profuma di ritirata dignitosa da parte di un allenatore che tutt’a un tratto vede che c’è ben poco da fare.
    Sotto con Cosmi l’anno prossimo…

  21. Roberto ha detto:

    Premesso che questi sono i rigurgiti della gestione pallottianamonciana… Faccio una domanda a tutti: secondo voi, gli americani Dan&Ryan sono dei fessi a sperperare tutto sto denaro sulla ASRoma???

  22. Angelo ha detto:

    Io ho notato e noto sempre ma adesso parlo dell’inter.. Io vedevo i giocatori dell’inter che si buttavano sul pallone per fermarlo..invece i nostri quando l’inter tirava i nostri erano a 2 o tre metri di distranza dando via libera all’inter di tirare in porta…GUARDA IL GOL DEL DUE A ZERO CON SMALLING smalling sta almeno tre metri di distanza dentro l’area. ed ecco il gol del due a zero; pero’ dobbiamo dare ai giocatori il tempo di abituarsi al gioco di Murino..sara un anno di transizione ma sono sicuro che murino riuscira’ a farli giocare..se non se ne va..