romanews-roma-coronavirus
Foto Getty

CORONAVIRUS AEREO – Una volta che il lockdown per il Coronavirus sarà finito e riprenderemo una vita “normale”, costerà molto di più viaggiare in aereo, almeno secondo gli esperti. Il costo del biglietto infatti potrebbe costare il doppio se non anche il triplo rispetto ad ora. Secondo quanto riporta il Telegraph, sarà questo l’effetto delle nuove misure di distanziamento sociale che dovranno adottare le compagnie aeree. Se le aviolinee, infatti, saranno autorizzate a vendere solo la metà dei biglietti su un volo per consentire la distanza di un metro tra due persone, giocoforza cercheranno di rivalersi sul prezzo del biglietto per mantenere un margine di profitto. In altri termini, ciò si tradurrà in un’impennata dei prezzi. prezzo biglietti potrà perfino triplicare . “Ci sono attualmente tariffe economiche disponibili, ma questo prezzo si basa su un aereo completo”, hanno spiegato gli esperti al quotidiano britannico aggiungendo che “il margine di profitto su un singolo posto a sedere è di circa 5 sterline in media, quindi è inevitabile che i prezzi dei biglietti dovranno salire per mantenerlo, se solo una parte dei posti potrà essere venduta”. Le compagnie aeree dovranno presumibilmente seguire una vademecum di social-distanza: ciò impedirebbe loro di vendere più di una certa percentuale di posti disponibili su un determinato volo, per garantire che i passeggeri siano appunto distanziati.

1 commento

  1. all’inizio sarà così…. quando però vedranno che la gente non viaggerò piu come prima… xke i biglietti aerei già prima costavano abbastanza tranne i last minutes….. pagarli il doppio vuol dire che molti non possono piu permetterselo…. quando vedranno che gli restano tanti biglietti invenduti… caleranno un po…. non torneremo ai prezzi di adesso ma nn si pagherà nemmeno il doppio…. penso inizieranno col doppio…. così con 50 biglietti fanno gli stessi soldi di 100 prima…. poi qndo vedono che 50 al doppio nn li vendono e ne vendono 30…. ridurranno di al,meno 1/3…. e si pagheranno di più… ma non troppo come sarà all’inizio…..

Comments are closed.