romanews-roma-gabriele-gravina-figc-stemma
Foto Getty

CORONAVIRUS FIGC INGAGGI – Si prevede che quando la situazione Coronavirus sia finalmente passata, la crisi economica che lascerà sarà notevole. Anche il calcio dovrà farci i conti, per questo la Figc sta già vagliando qualche soluzione.

I sindacati sono contrari alla proposta

Per fronteggiare la crisi economica la Figc ha proposto la cassa integrazione per i lavoratori sportivi che guadagnano fino a 50.000€ lordi l’anno. Secondo Tuttosport, tale soluzione si applicherebbe a calciatori, allenatori, ds, preparatori di Serie B e Serie C. Il sindacato tuttavia non si è mostrato favorevole a tale opzione, perché il massimale della cassa integrazione nella normativa è di 15.000€, mentre qui si discute su cifre più alte. In più, per quanto riguarda ingaggi ancora più elevati bisognerà discutere direttamente con l’AIC e con i singoli atleti.