Cordova: “Nel derby non puoi permetterti di giocare come ieri. Lukaku non è in grande condizione”

Valerio Bottini
02/04/2024 - 14:03

Cordova: “Nel derby non puoi permetterti di giocare come ieri. Lukaku non è in grande condizione”

CORDOVA ROMA – Franco Cordova, storico ex centrocampista (e capitano) della Roma a cavallo tra gli anni ’60 e ’70 è intervenuto ai microfoni di Radio Romanista per commentare il momento della squadra dopo il pareggio di Lecce, nella settimana che porta al derby della Capitale. Di seguito uno stralcio delle sue parole:

Sulla situazione a centrocampo: “Io sento che Cristante viene messo in discussione ma secondo me lì l’errore fondamentale, e non sono di parte per nessun giocatore, sta nel ruolo e nel tipo di gioco che ha Paredes, che contro il Lecce la palla la tocca venticinque volte e la manda sempre indietro. Io penso che Cristante in quel ruolo è sprecato, o gioca in mediana a due, come giocavamo io e De Sisti, o deve tornare al suo ruolo davanti alla difesa”.

Su De Rossi: “Io De Rossi, che stimo molto, in tutto questo lo salvo. Se ieri il Lecce ha fatto 27 tiri in porta, ci sarà qualcosa che non funziona. Non c’è proprio l’insieme. Se i giocatori, di cui alcuni importanti come Paredes, Cristante, Bove che deve ancora crescere e andrebbe guidato, fanno quella partita, allora siamo stati fortunati a non perdere. Io a un certo punto avrei cambiato la formazione, avrei riportato Cristante dietro con Bove vicino e qualcuno davanti che gioca”.

Su Lukaku: “Lukaku non è al massimo della sua condizione, ha avuto due palloni di cui uno forse che andava messo in porta. Ieri però di palloni puliti, di quelli che puoi girarti e tirare, non gliene è arrivato nessuno”.

Sul derby di sabato prossimo: “Io spero che sabato non giochino così, spero che ci sia Dybala, fortunatamente Pellegrini torna, e già così la musica cambia un po’. Però De Rossi deve vedere come metterli a metà campo, perchè il centrocampo è la cosa più importante. Io ho avuto allenatori che sono stati bravissimi, ma se non è forte il centrocampo la squadra non può giocare, non può né difendere né attaccare, l’equilibrio va trovato a metà campo”.

Vedi tutti i commenti (6)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. certo che già con la mancanza di “questo” Pellegrini ( è risorto a grande calciatore con la cura De Rossi !!) vedere Cristante andare a fare pressing solitario, inutile su Falcone che costruiva dal basso, mi è sembrata una inspiegabile stortura !! per fortuna corretta nella ripresa.. ora attenzione a disporre di idoneo centrocampo contro la lazio per interpreti e compiti.. cosa che Daniele saprà fare adeguatamente !! forza Roma sempre

  2. Fiorentina, Sassuolo e Lecce….tre indizi fanno una prova… Squadra imbarazzante, finito l’effetto cambio allenatore, siamo tornati alla normalità cioé alla.. mediocrità, certo la colpa é di mourinho…

  3. esatto! L’unico che ha visto il perché della brutta partita della Roma. Ho scritto ieri che il problema era la posizione di Cristante come trequartista e che deve giocare mezzala. Non sono però d’accordo su paredes. prima di tutto mi sembra che sia andato in nazionale e non abbia riposato. poi lui gioca molto bene nello smistare la palla, cosa che Cristante sa fare di meno e spesso rischia moltissimo perché, se possibile, è anche più lento di parede. ma una cosa è certa: se stannno in mezzo loro due la Roma gioca in modo brillante, libera bene gli esterni che però devono essere Celik e Spina e fuori i vari Kristensen Karsdorp Zalesky e Angelinho, solo riserve. Vedrete che con pellegrini e con un assetto così si vince

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...