CONTRA ROMA ATLETICO MADRID – Cosmin Contra, attuale commissario tecnico della Romania ed ex calciatore di Milan e Atletico Madrid, ha parlato ai microfoni di Tele Radio Stereo del momento che sta vivendo la Roma, in relazione al derby e alla prossima sfida contro di Champions League. Queste le sue parole:

Lei era all’Olimpico sabato…
“Sono stato all’Olimpico per vedere il Derby, perchè c’erano due giocatori romeni. Ho provato a convincere Radu a tornare in Nazionale, ma la situazione è un po’ difficile. Lobont, invece, in Nazionale fa quello che fa con la Roma, è un uomo spogliatoio, è molto importante per noi”.

Lei ha giocato all’Atletico due anni: che partita può essere mercoledi?
“E’ una partita difficile per la Roma, ma anche per l’Atletico, che ha l’ultima possibilità per passare agli ottavi. Io penso che la Roma possa far risultato al Metropolitano, l’ho vista molto bene, sia in allenamento, sia in campo. Mi ha fatto piacere vedere all’opera questa squadra, mi ha impressionato, con la Lazio ha fatto una pressione costante mettendo in difficoltà i biancocelesti”.

Che effetto le fa sapere che c’è un allenatore spagnolo, Martinez, che tiene fuori Nainggolan dal Belgio?
“Ma se vuole Nainggolan, lo porto nella mia Nazionale… E’ un grande campione, nel Derby ha dimostrato ancora una volta che giocatore è con una prestazione maiuscola”.

Lei all’Atletico è rimasto due anni: che ricordi ha di quella esperienza?
“L’Atletico del mio periodo era appena tornato in Serie A, ero il quindicesimo acquisto di quella stagione, era una rosa rivoluzionata. Cominciammo il campionato male, ma finimmo al settimo posto, perchè crescemmo di partita in partita. L’anno successivo disputammo un altro ottimo campionato, ma il cambiamento c’è stato con l’arrivo di Simeone: ha avuto un impatto importante, ha lavorato benissimo fin da subito. Ora l’Atletico è uan delle formazioni più forte in Europa, anche se oggi sta faticando”.

I problemi sono nati con il trasferimento nel nuovo stadio…
“Il Metropolitano è uno stadio fantastico, ma non credo sia un problema di impianto di gioco, anzi ritengo che l’Atletico stia pagando il blocco del mercato. Conoscendo Simeone, sono convinto che gli spagnoli daranno il massimo. Per la Roma sarà una buona chance, perché affronta l’Atletico in un momento complicato”.