RomaNews - Abraham Fiumicino Juventus

ROMA CSKA SOFIA CONFERNENCE LEAGUE – La Roma domani sera andrà a sfidare il CSKA Sofia in Bulgaria nella gara valevole per la sesta ed ultima giornata del girone di Conference League. Il girone C, dove sono coinvolti direttamente i giallorossi, non ha ancora un “padrone” definito e sarà proprio l’ultima giornata a dirci chi andrà direttamente agli ottavi e chi farà i playoff.

Leggi anche:
Roma, amuleto Europa: giallorossi a segno da 19 partite

Si riparte subito dopo la gara

Una partita che sulla carta è solo una formalità, riporta Il Tempo, ma se la Roma vuole evitare la scocciatura dei playoff a febbraio deve vincere in Bulgaria e aspettare buone notizie dall’Ucraina dove giocano contemporaneamente Zorya e Bodø e sperare in un pareggio o in una sconfitta dei norvegesi. Una trasferta complicata per due fattori: il clima, visto che si giocherà con una temperatura di 2 gradi e con la pioggia, e la situazione Covid, il paese è da un mese in massima allerta. Per questo, sarà una trasferta lampo per i giallorossi, che partiranno nel pomeriggio da Roma, dopo l’allenamento a Trigoria, e rientreranno nella Capitale subito dopo la partita. Nel frattempo, Mourinho deve decidere la formazione anti CSKA: tornano gli squalificati Karsdorp e Abraham, in più giocheranno i diffidati che salteranno lo Spezia, ossia Mancini e Zaniolo. Indisponibili ancora Spinazzola, El Shaarawy e Carles Perez, mentre Felix Afena non si è ancora immunizzato dal Covid, ma sarebbe stato comunque impossibile utilizzarlo visto che non fa parte della lista Uefa.