Commissioni agli agenti: quanto ha speso la Roma nel 2023?

Marco Guerriero
30/03/2024 - 12:00

L'anno scorso la Serie A ha versato oltre 220 milioni di euro nelle tasche dei procuratori. Quanto ha speso la Roma? Ecco la classifica completa

Foto Romanews.eu
Commissioni agli agenti: quanto ha speso la Roma nel 2023?

ROMA PROCURATORI SPESE – Sono sempre più protagonisti nelle sessioni di calciomercato e il loro peso specifico si fa sentire in sede di trattativa. Il fenomeno dei procuratori risulta in continua crescita ed è un qualcosa con cui tutti i club hanno a che fare, compresi quelli italiani. Nella classifica delle spese riservate agli agenti dei calciatori, la Roma non occupa le ultime posizioni.

Commissioni ai procuratori, la classifica del campionato: Roma al quarto posto

Come sottolinea La Gazzetta dello Sport, nel 2023 le società di Serie A hanno versato nelle tasche dei procuratori oltre 220 milioni di euro. Un dato in crescita (+6,8%) rispetto ai circa 205 milioni dell’anno precedente. È quanto emerge dal report stilato dalla FIGC sulla base delle informazioni ufficiali comunicate dai singoli club. A comandare la classifica è l’Inter con quasi 35 milioni di commissioni agli agenti. Al secondo posto c’è la Juventus con poco più di 23 milioni. Il Milan, forse il più attivo nel calciomercato estivo, ha contenuto gli esborsi per i procuratori a 15,2 milioni. Poco meno di Fiorentina e Roma, entrambe a quota 15,3 milioni. Tra i nomi di agenti che ricorrono più spesso, abbiamo Paolo Busardò della Caa Base Italy e Beppe Riso della Gr Sports Agency. Di seguito la classifica completa.

  1. Inter (34,8 milioni)
  2. Juventus (23 milioni)
  3. Fiorentina (15,3 milioni)
  4. ROMA (15,3 milioni)
  5. Milan (15,2 milioni)
  6. Atalanta (14,7 milioni)
  7. Napoli (13,7 milioni)
  8. Udinese (11,1 milioni)
  9. Bologna (10,4 milioni)
  10. Genoa (10,3 milioni)
  11. Lazio (9,1 milioni)
  12. Salernitana (8 milioni)
  13. Verona (7 milioni)
  14. Monza (6,4 milioni)
  15. Sassuolo (4,9 milioni)
  16. Torino (4,8 milioni)
  17. Empoli (4,8 milioni)
  18. Cagliari (4,5 milioni)
  19. Lecce (3,2 milioni)
  20. Frosinone (2,6 milioni)

SEGUI ROMANEWS.EU ANCHE SU INSTAGRAM!

Vedi tutti i commenti (7)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

    1. classico commento di chi apre bocca e je da fiato.
      Pinto, prima ancora che diventasse norma uefa, ha messo le commissioni al 10% dello stipendio.
      inoltre, per non farle gravare sul totale degli ammortamenti, alla Roma le commissioni, sia ad agenti che a giocatori, vengono pagate in rate annuali (e non il totale subito) se il giocatore resta fino al 30 giugno.
      col tanto celebrato Sabatini, che in 10 anni e mezzo non ha vinto niente (a meno che tu non sia fiero del bonsai) e ci ha lasciato con un bel -198 sul bilancio, la Roma era fra le prime 10 società al mondo per commissioni agli agenti.
      avendo la Roma il terzo monte ingaggi, quindi, è naturale che abbia il terzo costo delle commissioni

      1. Come se fosse un vanto avere il 3 monte ingaggi e arrivare 7 8, ma per cortesia, se non c’era Mou manco la coppa vedevamo

      2. Hai ragione, mi correggo e riformulo. Pinto è stato il secondo peggiore, prima di lui l’inarrivabile Sabatini detto “kinder sorpresa” perchè ne azzeccava uno su cinque

      3. @Asterix, vogliamo ricordare le stagioni di Mou? cioè: impegno in 7 partite l’anno (ottavi quarti semifinali e finale in coppa) e il resto come viè, viè.
        benissimo.
        primo anno, obiettivi dichiarati raggiungere la champions (fallito) – vincere la conference (raggiunto) – cercare di vincere la coppa Italia (non scesi in campo contro l’inter);
        secondo anno (fra comportamenti vergognosi, prese in giro a società e tifosi, record di cartellini alla panchina, e continue offese ai giocatori) obiettivi dichiarati raggiungere la champions (fallito, arrivati in EL per la squalifica della juve, il campo ha detto conference) – vincere la EL (fallito, qualcuno dal dischetto ha mandato Mancini e Ibanez, non semo arrivati manco all’ultimo rigore) – cercare di vincere la coppa Italia (presi a pallonate dalla Cremonese poi retrocessa);
        terzo anno: arrivati secondi (come sempre con Mourinho, non abbiamo mai vinto un girone in 3 anni, fra Conference e EL, nonostante avversari modesti) in un girone di EL con Slavia Praha, Servette e Sheriff Tiraspol, in campionato 8 sconfitte in 20 partite, senza mai presentarsi in campo negli scontri diretti, come da tradizione dello scarsOne, come in coppa Italia, su cui evito commenti, perchè diventerei volgare.
        quindi, il terzo monte ingaggi, messo in mano al vate di Setubal (secondo allenatore più pagato in A) ha portato precisamente a quei risultati che definisci “come se fosse un vanto”.
        senza contare che in conference, rispetto alle avversarie, avevamo una rosa che l’avrebbe vinta pure topogigio.
        sarà il caso de smette con la vedovanza?
        abbiamo un allenatore meraviglioso, che fa calcio, e per cui la Roma sarà sempre la prima scelta.

  1. Ci sono ben altri e gravi problemi a Trigoria, dai “tagli” al personale agli scandali alla mancanza di un DS e a campagne acquisti mai partite….e soprattutto all’escalation colossale del debito che avanza…..

  2. … poi aldilà degli agenti … bisogna vedere quanti milioni spariscono nel Delaware … 15 milioni per un baldanzi qualsiasi che ne vale un terzo … sono ridicoli … come lo furono i 19 di shomurodov … i 13 di vinha … i 28 di kumbulla … i 28 di iturbe … i 19 di destro … i 22 di defrel … i 45 di pastore … i 45 di schick … i 45 di nzonzi … i 45 di abraham … i 16 di doumbia … i 18 di osvaldo … i 19 di lamela … i 9 di vermeulen … i 15 di karsdorp … e altre decine e decine di emeriti scarpari fracichi pagati a peso d’oro …

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...