Foto Tedeschi

TIKI TATTICA CLUJ – Cercare i tre punti per chiudere definitivamente il discorso qualificazione. La Roma, alle 21 allo stadio Constantin Radulescu, affronta il Cluj nel match valido per la quarta giornata del girone A di Europa League. La squadra di Fonseca arriva alla sfida in piena emergenza difesa: Smalling out per un fastidio al ginocchio sinistro, Mancini e Ibanez per noie muscolari, Kumbulla è positivo al Covid mentre Fazio ha recuperato solamente nella giornata di ieri.

Gli schieramenti

Considerate le tante assenze nel reparto arretrato, il tecnico portoghese è pronto a cambiare modulo e tornare al suo vecchio e caro 4-2-3-1. Al centro della difesa la coppia inedita composta da Cristante e Juan Jesus, con Bruno Peres e Calafiori sugli esterni. Diawara e Villar davanti alla difesa, con Perez, uno tra Pedro e Mkhitaryan e Lorenzo Pellegrini a completare il pacchetto di trequartisti dietro l’unica punta Borja Mayoral. Pronto Dzeko per una manciata di minuti nel secondo tempo. Per quanto riguarda il Cluj, invece, Petrescu cambia spesso modulo in campionato e in Europa League, lasciando però invariata la difesa a quattro. Negli ultimi due match disputati in Romania, forse anche a causa delle gravi assenze registrate nelle ultime settimane, ha optato per il 4-3-3.

La chiave

Il Cluj sarà certamente molto diverso da quello visto all’andata, dove, comunque, aveva creato 3 o 4 situazioni che hanno impensierito Pau Lopez. E’ lecito aspettarsi un avversaria più alta, aggressiva, consapevole delle assenze della Roma e vogliosa di vendicarsi di quanto successo all’andata. Nonostante l’emergenza in difesa e i cambi per il turn-over, però, l’atteggiamento della squadra di Fonseca dovrà essere sempre lo stesso: fondamentale non perdere i punti di riferimenti, restare alti e pronti al pressing oltre a cercare la profondità, cosa riuscita benissimo con il Parma, per i movimenti di Borja Mayoral. Il resto poi dovrà essere fatto dal punto di vista mentale: non sottovalutare l’avversario e l’impegno in vista del big match di domenica sera contro il Napoli. Prima il passaggio del turno e poi la super sfida del San Paolo.