Foto Tedeschi

CENTROCAMPO ROMA – Alzi la mano chi pensava che a trascinare la Roma in questo inizio di stagione potesse essere il centrocampo. Proprio quel reparto che, a causa dei diversi imprevisti occorsi in estate, è rimasto senza i rinforzi tanto richiesti e desiderati da José Mourinho. E se ieri Jordan Veretout si è preso un turno di ‘pausa’, con una prestazione senza troppi effetti speciali, a far segnare il suo nome sul tabellino ci ha pensato Bryan Cristante con il gol del momentaneo 1-0. Senza dimenticare il grande secondo tempo di Lorenzo Pellegrini, sfortunato sotto porta ma fondamentale per la fase offensiva dei giallorossi.

Leggi anche:
“The Special Run”, dal Portogallo all’Inghilterra: la corsa di Mou fa il giro del mondo

Roma, che numeri i centrocampisti: segnano più degli attaccanti!

In questi primi impegni della gestione Mourinho, c’è una certezza: in ogni partita si trova un gol o un assist di un centrocampista. Tra Veretout, Cristante e Pellegrini, infatti, si contano che il loro zampino è in ben 12 gol (8 reti e 4 assist). I più prolifici sono, ovviamente per caratteristiche e posizione in campo, il numero 7 e il francese con gli stessi numeri: 3 reti e 2 assist. Anche Cristante, però, ha cominciato questa stagione nel miglior modo possibile, mettendo già insieme due reti contro Trabzonspor e ieri contro il Sassuolo. Numeri che superano perfino quelli fatti fin qui dagli attaccanti. Se prendiamo in considerazione i titolari, infatti, vale a dire Zaniolo, Mkhitaryan e Abraham sono 7 le volte in cui sono stati decisivi (3 gol e 4 assist). I numeri migliorano se si guarda anche a quanto fatto da El Shaarawy (2 gol), Shomurodov (1 gol e 2 assist) e Carles Perez (1 assist). Una squadra capace di segnare in tanti modi, quindi, e con tanti giocatori di ogni reparto.

Leggi anche:
“Profetico, avrebbe allungato la carriera di Totti”, quando Mourinho veniva descritto dalla psicanalisi

E a gennaio José aspetta il rinforzo

Un rendimento entusiasmante che, però, non può far dimenticare quelli che erano gli obiettivi per rinforzare la rosa fino a qualche settimana fa. Mourinho, alla fine del mercato, è stato chiaro: “Se non è arrivato il centrocampista, allora sarà per gennaio o per la prossima stagione”. E’ chiaro che Tiago Pinto punta ad accontentare il prima possibile lo ‘Special One’: in questo senso si continua a sondare il terreno per la strada che porterebbe a Denis Zakaria, centrocampista svizzero del Borussia Monchengladbach con il contratto in scadenza nel 2022. Nell’attesa, però, Mourinho si gode i suoi centrocampisti. Al regalo giusto ci penseranno i Friedkin a tempo debito.

Alessandro Tagliaboschi

4 Commenti

  1. Muorinho è un allenatore che chiede un determinato giocatore non è di quelli che si accontentano di prendere qualcuno quindi a gennaio se sarà possibile arriverà il giocatore da lui richiesto o più di uno.Qui fate nomi adesso vi siete dati una ridimensionata viste le figuracce fatte questa estate poi vabbè c’è il copia incolla che per non prendersi responsabilità agisce così prendendo notizie spesso fasulle in modo che può dire non l’ho scritto io ho solo copiato.Fredkyn vi fa passare la sete col prosciutto e tutti a rosicare.Quanto mi sta piacendo questa proprietà alla faccia delle marionette mosse da qualche palazzinaro che avrebbe voluto la Roma per farci i porci comodi per riciclare denaro e spedire i proventi in qualche conto lavatrice.Via le merde con la penna e i papponi da Roma.

  2. ELSHA, ZANIOLO, L’ UZBEKO, TAMMY, MICHI, PELLEGRINI, PEREZ: chi fermarci potra’ ? Non sono fuoriclasse ma attaccanti e-o registi in grado di segnare sempre !

  3. Alessa’ ma mica mo’ per 4 mesi ci sbomballerai con gli acquisti di gennaio??? Mo avete finito con Dzeko e cominciate con quello che si farà fra 4 mesi?? e no e!!!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here