CORRIERE DELLA SERA (G.Piacentini– Quattro passi indietro, tanti quanti i gol subiti dalla Roma a Vigo contro il Celta nell’ultima amichevole prima dell’inizio del campionato, che per i giallorossi comincerà domenica pomeriggio (ore 18) a Bergamo contro l’Atalanta. «È stato un disastro tecnico e tattico, non mi è piaciuta per niente la squadra, non mi è piaciuto l’approccio e c’è stata poca intelligenza tattica», le prime parole di Eusebio Di Francesco dopo il 4-1 (per i giallorossi a segno nel secondo tempo Strootman) subito dalla formazione romanista, crollata sotto i colpi del Celta, tredicesimo nell’ultima Liga e semifinalista in Europa League. Di veramente disastroso, in realtà, c’è stato soprattutto il primo tempo in cui Iago Aspas e Pione Sisto, entrambi autori di una doppietta, in quarantuno minuti hanno messo a nudo gli attuali limiti della formazione giallorossa, alla ricerca di un gioco e di una stabilità difensiva, per il momento inesistenti.

Nella ripresa, quando Di Francesco ha inserito gran parte della formazione titolare (nei primi undici c’erano solamente Bruno Peres, Kolarov e Defrel, per la prima volta schierato al centro dell’attacco) è andata meglio, ma ormai il danno era fatto. «Potevamo prendere cinque o sei gol — ha proseguito il tecnico —. Non mi aspettavo una prestazione del genere, nonostante i cambi. Nel primo tempo ci hanno massacrati, non ci sono scusanti, le partite non si preparano in un’ora, abbiamo fatto il contrario di quello che avevamo provato». Parole pesanti, e preoccupanti a meno di una settimana dall’inizio del campionato. «Ritengo che questa partita sia stata importante per le valutazioni del momento, non mi piace farne di definitive. Ci sono delle cose da migliorare, le valuteremo, spero che ci serva da lezione per l’approccio alle gare. Si gioca come ci si allena, noi dobbiamo alzare la qualità degli allenamenti ma sono convinto che andremo a Bergamo a fare una grande partita».

2 Commenti

  1. bravo monchi hai fatto in pieno ciò che ti ha ordinato palletta: venduto venduto e venduto, e rimpiazzato con gente da due spicci che fa ridere.
    avanti così

    • Però rifletti. E’ stato ingaggiato un DS famoso per le plusvalenze. Ma le plusvalenze non bastano a fare una campagna acquisti di successo. Si sono incassati però un bel po’ di quattrini. Con questo bel po’ di quattrini sono state ingaggiate o riserve oppure future speranze. Con gente come Gonalons. Moreno e Defrel dove credi di andare? In paradiso?

Comments are closed.