Caso video dipendente, la Roma si difende in Procura: “Noi vittime di attacchi esterni”

Valerio Bottini
22/03/2024 - 12:36

Le indagini relative al caso del video hard con protagonisti due dipendenti della Roma si arricchiscono di un nuovo tassello

Foto Tedeschi
Caso video dipendente, la Roma si difende in Procura: “Noi vittime di attacchi esterni”

CASO VIDEO HARD ROMA – Le indagini relative al caso del video hard con protagonisti due dipendenti della Roma (poi licenziati) si arricchiscono di un nuovo tassello. Come riferisce Ansa, il club giallorosso è stato ascoltato dalla Procura della Figc in un colloquio durato circa un’ora, a cui ha preso parte Lorenzo Vitali (General Counsel della Roma) accompagnato dal legale del club romanista, Antonio Conte. Nel corso dell’audizione la società ha ribadito la sua posizione, ritenendosi vittima di un attacco esterno volto a destabilizzare la società.

La Roma ha confermato al procuratore Chinè la correttezza del suo operato in questa vicenda, specificando come stia investigando per scoprire chi ci sia dietro quelli che il club ritiene degli attacchi. Per questo si sta avvalendo anche di un importante studio penale per perseguire eventuali condotte scorrette. Dalla Trigoria filtra fiducia nell’operato della giustizia sportiva e ordinaria.

Vedi tutti i commenti (2)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. La prima causa è la dipendente giustamente licenziata. Speriamo che denuncino anche la stampa responsabile.

  2. Si confonde la vittima (dipendenti licenziati pretestuosamente) con i carnefici (tesserato ed as roma). Il tesserato risponderà penalmente e la Roma civilisticamente per licenziamento illeggittimo.

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...