Caso Acerbi, Juan Jesus ‘smaschera’ l’interista: “Mi ha detto che sono un ne**o. Poi ha cambiato versione”

Valerio Bottini
19/03/2024 - 7:23

A parlare stavolta è direttamente il difensore brasiliano, che sui social ha voluto chiarire la vicenda, smascherando l'interista, che ai giornalisti aveva fatto sapere di non aver rivolto alcuna espressione discrimatoria al suo avversario

Caso Acerbi, Juan Jesus ‘smaschera’ l’interista: “Mi ha detto che sono un ne**o. Poi ha cambiato versione”

ACERBI JUAN JESUS – Nuovi dettagli e rivelazioni sul caso del presunto insulto razzista rivolto da Francesco Acerbi a Juan Jesus nel corso di Napoli-Inter. A parlare stavolta è direttamente il difensore brasiliano, che sui social ha voluto chiarire la vicenda, smascherando l’interista, che ai giornalisti aveva fatto sapere di non aver rivolto alcuna espressione discriminatoria al suo avversario.

Il messaggio di Juan Jesus

“Per me la questione si era chiusa ieri in campo con le scuse di Acerbi e sinceramente avrei preferito non tornare su una cosa così ignobile come quella che ho dovuto subire. Oggi peró leggo dichiarazioni di Acerbi totalmente contrastanti con la realtà dei fatti, con quanto detto da lui stesso ieri sul terreno di gioco e con l’evidenza mostrata anche da filmati e labiali inequivocabili in cui mi domanda perdono. Così
non ci sto. Il razzismo si combatte qui e ora”, ha scritto l’ex Roma in un lungo post su Instagram. Acerbi mi ha detto ‘vai via nero, sei solo un ne**o’. In seguito alla mia protesta con l’arbitro ha ammesso di aver sbagliato e mi ha chiesto scusa aggiungendo poi anche: ‘per me ne**o è un insulto come un altro’. Oggi ha cambiato versione e sostiene che non c’è stato alcun insulto razzista. Non ho nulla da aggiungere”

Vedi tutti i commenti (6)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. da ex formellese uno si aspetta questo e altro … intanto gravina sempre solerte contro la Roma é troppo indaffarato con l’appartamento della figlia per occuparsi di certe quisquilie … e la gente ancora continua a foraggiare questo ignobile e ipocrita sistema calcio.

  2. Evidentemente, la lezione che il Padre Eterno ha impartito a suo tempo al sig. Acerbi non è servita a nulla.

  3. Sempre poggio sti calciatori, prima il dito poi la frase razzista.
    Quell’altro manda a quel paese di continuo gli arbitri ma stavolta l’ha trovato quello che lo ha buttato fuori.
    E tutti giocano con squadre strisciate, si sentono onnipotenti.

  4. 10 giornate e no agli europei. Episodio da condannare e per chiunque se ci fosse prova video 0 – 3 a tavolino.

  5. JJ è l’unico che sa cosa Acerbi gli abbia detto: se – come da lui stesso dichiarato – riteneva che la questione si fosse chiusa in campo con le scuse di Acerbi, non si capisce il senso di andare a frignare sui social!
    Trovo molto più autentiche le reazioni avute in passato da gente come Maignan, Eto’o, Zoro, Koulibaly, Boateng ecc che almeno ebbero le pa*le di fermare il gioco per far comprendere la gravità degli insulti ricevuti!

    1. quelli furono insultati dal pubblico, quindi in modo evidente; questo, invece, è stato insultato in maniera vile (come tutti i razzisti), cioè de nascosto. Che poteva fa JJ daje na pizza?

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...