ROMA-CARPI, L’AVVERSARIA – La stagione 2014-2015, anno della prima promozione in Serie A, ha segnato per sempre la storia del Carpi. Il primo posto vale l’accesso diretto alla competizione dei grandi e soprattutto consacra la squadra di Castori come la “Cenerentola” della Serie B. L’impatto con il massimo campionato, così come per Frosinone e Bologna, non è dei più semplici. Nonostante la campagna acquisti abbia portato giocatori di esperienza come Borriello, Brkic e Zaccardo l’adattamento ai ritmi e al gioco dei top club nostrani procede con lentezza. L’allenatore biancorosso non cambia di una virgola l’identità di gioco con tanta aggressività e densità a centrocampo, reparti stretti e pronti a ripartire per arrivare in porta con il minor numero possibile di passaggi. Sabato, intanto, gli emiliani saranno nella Capitale per affrontare una Roma in crisi di risultato e la speranza è quella di strappare almeno un punto vista la situazione già drammatica in classifica. Alla 6^ giornata di campionato, c’è da dire come i giallorossi non siano ancora riusciti a trovare la quadratura del cerchio e potrebbero soffrire le trame offensive per vie centrali del Carpi. Sulla carta il match è a senso unico, ma la squadra di Garcia, in questo ultimo periodo, ha spesso smentito i pronostici da favorita.

IL MOMENTO – Il penultimo posto con soli due punti non lascia tranquilli gli uomini di Castori. A preoccupare l’allenatore biancorosso c’è la difesa. Con il Napoli non ha subito gol, ma in cinque partite sono comunque 10 le reti incassate. In attacco invece si viaggia a una media di una marcatura per gara con Matos uomo più ispirato lì davanti. A oggi il Carpi ha ottenuto 3 sconfitte e 2 pareggi, ma questo non rispecchia lo stato di forma della squadra che nell’ultima giornata di campionato è tra le prime della Serie A per chilometri percorsi (110).

COME SCENDERANNO IN CAMPO – Il modulo è il classico 3-5-2 di Castori e gli interpreti, almeno per nove undicesimi, dovrebbero essere gli stessi visti contro il Napoli. In porta va Brkic al posto dell’infortunato Benussi. Linea difensiva confermata con Zaccardo, Romagnoli e Gagliolo. A centrocampo Gabriel Silva e Letizia si posizioneranno sulle fasce, mentre i tre interni saranno Cofie, Bianco e Fedele. In attacco ancora spazio a Matos, mentre la punta di riferimento dovrebbe essere l’ex giallorosso, Borriello.

Dario Marchetti
@ dariomarchetti7

Probabile formazione (3-5-2): 1 Brkic; 5 Zaccardo (C), 21 Romagnoli, 6 Gagliolo; 3 Letizia, 8 Bianco, 23 Cofie, 58 Fedele, 34 Gabriel Silva; 7 Matos, 12 Borriello
A disp. 97 Liotti, 27 Belec, 18 Bubnjic, 2 Wallace, 94 Inguez, 10 Lazzari, 19 Pasciuti, 29 Martinho, 11 Di Gaudio, 15 Lasagna
All. Castori

Ballottaggi: –
Diffidati: –
Squalificati: –
Indisponibili: Marrone, 9 Wilckzek, Spolli, Lollo, Mbakogu, Benussi,

LA ROSA

PORTIERI

1 Brkic
27 Belec
22 Benussi

DIFENSORI

33 Spolli
21 Romagnoli
18 Bubnjic
5 Zaccardo
28 Gabriel Silva
6 Gagliolo
2 Wallace
3 Letizia

CENTROCAMPISTI

39 Marrone
4 Cofie
10 Lazzari
94 Iniguez
20 Lollo
8 Bianco
14 Gino
58 Fedele
19 Pasciuti
29 Martinho
11 Di Gaudio

ATTACCANTI

7 Matos
99 Mbakogu
12 Borriello
15 Lasagna
9 Wilczek

1 commento

Comments are closed.