ASPRI: “Mourinho deve fare un tipo di comunicazione diversa”; PRUZZO: “Contro il Sassuolo è una partita trappola”

Marco Guerriero
02/12/2023 - 9:41

ASPRI: “Mourinho deve fare un tipo di comunicazione diversa”; PRUZZO: “Contro il Sassuolo è una partita trappola”

SENTI CHI PARLA ALLE RADIO – La rubrica di Romanews.eu “Senti chi parla… alle radio” è lo spazio quotidiano in cui potete leggere i commenti sul mondo Roma di speaker e opinionisti protagonisti dell’etere romano raccolti dalla nostra Redazione.

Fabrizio Aspri a Radio Radio Pomeriggio: Sempre con rispetto parlando, sono molto annoiato da Mourinho. Ho fatto  30 anni di conferenze stampa e i duelli verbali con Capello sono stati tanti. Qui si sposta continuamente l’attenzione sulla comunicazione per mettere sempre sotto il tappeto note dolenti. Io credo che sia doveroso quando crei scosse dire anche quello che devi dire, far comprendere quello che devi far comprendere. Molti rischiano di cadere, rischi di spezzare quello che di buono è rimasto e questo dispiace. Non ricordo Capello con frasi di questo tipo o atteggiamenti di questa maniera. Deve cominciare a darci qualche comunicazione diversa, le conferenze sono noiose, con rispetto parlando, perché i temi sono sempre gli stessi. Non sento una frase o un atteggiamento che sia all’insegna del prendersi qualche responsabilità. Anche i grandi condottieri l’hanno fatto. A questo punto mi domando se lo è o meno. Ammetterlo ingigantirebbe il proprio blasone. Mourinho si può permettere questo tipo di atteggiamento che evidentemente piace a molte persone e a molti colleghi. Te lo puoi permettere se porti anche altro. Non c’è uno straccio di gioco, quanto pesa sulla bilancia? Se ne parla sempre poco. Si continua a parlare delle due finali, la Roma stenta però a decollare. Mourinho continua a parlare di arbitri, guardalinee… Perchè N’Dicka era più bravo in Germania? Quello che passa al convento è questo.

Maida a Radio Radio Pomeriggio: Abbiamo capito perché ha fatto la conferenza stampa Mourinho, era sorprendente che l’avesse fatta dopo Ginevra. Se parla in settimana di solito poi non parla nel weekend. Il motivo è che voleva mandare messaggi preventivi sia all’arbitro di domani sia a Berardi, che ha accusato di essere un provocatore. È una vigilia che distoglie l’attenzione da quanto successo in questi giorni. Oggi Mourinho dice che N’Dicka è stato preso per la panchina, e poi però gioca titolare per forza di cose.

Camelio a Radio Radio Pomeriggio: Mourinho dal punto di vista tecnico e del carattere si aspettava di più da Pellegrini, pensavo non si riferisse a lui invece si sono fatti una chiacchierata. Neanche abbiamo iniziato la partita già mette attenzione sull’arbitro. Non si riesce mai a parlare di calcio. Anche se ha detto che la Roma deve arrivare quarta o quinta e ha anche ammesso qualche responsabilità. Mi piacerebbe che Mourinho parlasse un po’ più di calcio. Mancini fa arrabbiare arbitri e avversari, Mourinho parla degli arbitri e poi si allena a creare pressing sugli arbitri. Quando la Roma subisce fallo succede un putiferio in campo.

Agresti a Radio Radio Mattino: “Non è la prima volta che Mourinho fa così. Ancora una volta parliamo di altro e non di come la Roma sia arrivata alle spalle dello Slavia Praga nel girone di Europa League. E invece parliamo di Celik e Aouar. Credo che la strategia di Mourinho sia questa, come accaduto a Bodo”

Pruzzo a Radio Radio Mattino: “La partita contro il Sassuolo è un trappolone, ma la Roma non può permettersi di sbagliare. Il Servette? Ormai è andata, purtroppo vedo giocatori che faticano ancora a trovare la condizione giusta”

Orsi a Radio Radio Mattino: “Se la Juventus si trova lì è anche grazie al fatto che non gioca le coppe. Voi pensate che il centrocampo dei bianconeri sia migliore di quello della Roma? Mourinho fa sempre questo tipo di uscite, è il suo modo di gestire il gruppo. Ciò distoglie molto dalle dinamiche di campo

Carina a Radio Radio Mattino: “Mourinho, come tutti gli allenatori, si affida quasi sempre ad un cerchio magico di giocatori che lui non tocca mai. Lui difende Paredes e Cristante, e ha sempre difeso Pellegrini. Dato che il mister è molto attento alle dinamiche dello spogliatoio, il capitano tenderei ad escluderlo dalle accuse rivolte dopo il Servette. Il problema è capire perché lo Special One, ogni stagione, arriva ad un certo punto e fa sparate del genere. Nella conferenza stampa di oggi, mi aspetto che corregga il tiro”

Vedi tutti i commenti (1)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...