4 Maggio 2019

Calciomercato Roma, Juventus disposta a tutto per Zaniolo

CALCIOMERCATO ROMA JUVENTUS ZANIOLO – Nicolò Zaniolo è diventato un obiettivo di mercato di molti club, italiani e stranieri, dopo la splendida stagione disputata con la Roma. Tra queste c’è anche la Juventus, che farebbe di tutto per averlo. Secondo quanto riportato da Rai Sport, infatti, la società bianconera sarebbe disposta a bloccare subito il classe ’99, lasciandolo però ancora un anno nella capitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

5 commenti

  1. Franz ha detto:

    Se la Juve prende calciatori della Roma come ha fatto con Zebina, Emerson, Vucinic, Pianjc, è per VINCERE. Ma quanto cretini sono le dirigenze della Roma che cedono alla juve questi campioni per una manciata di soldi e che dopo aver vinto rivendono al doppio? Basta che la Roma dichiari che l’obiettivo è VENDERE per rimanere in serie A, senza prendere in giro milioni di tifosi in tutto il mondo. Se oggi tutti volessero Zaniolo, Pellegrini e Under, ci sarà un motivo?

    • Marimbarzi ha detto:

      Purtroppo comanda il soldo, anche noi a nostra volta prendiamo giocatori da squadre minori e li rivendiamo al doppio. E’ la legge di mercato, funziona così ed è inutile pretendere che la società si opponga a certi meccanismi.
      In particolare Zaniolo sembra attaccato alla nostra maglia più della media e magari, forse, rimane con noi per qualche altro anno.
      Se dovesse partire però, spero si massimizzi il profitto e che venga riutilizzato per rafforzarsi e non, come in passato, per ingaggiare svincolati con stipendi enormi.

  2. GianSperotto ha detto:

    Certo tutto collima, se vendi Zaniolo e con il ricavato compri uno scarso (Pastore N’zonzi etc,etc,)
    hai toppato.
    Pero’ se ne prendi un bravo poi te lo rivendi SI RICOMINCIA DACCAPO !!
    Che strategia e’ ????
    Quando vinci??

    • Marimbarzi ha detto:

      Potresti vincere comprando giocatori buoni già pronti ma servono campagne acquisti da centinaia di milioni e ingaggi stratosferici.
      Secondo me vinceremo quando cresceremo come squadra sotto tutti gli aspetti, purtroppo gli equilibri per nostra natura sono un po’ fragili. Già nel calcio moderno se un giocatore fa un’annata bona il minimo che pretende è un adeguamento di contratto, alla Roma siccome si eccede sempre (sotto tutti i punti di vista) bastano due partite fatte bene.
      Vi ricordate alla prima di campionato con il Toro quando kluivert è entrato gli ultimi 20′ e con un guizzo ha servito l’assist per il gol del mal-marcato dzeko, è bastato quello per farlo già considerare, da i più ottimisti, un campione su cui fondare la Roma del futuro e dai pessimisti una certa plusvalenza pallottiana, poi nel giro di 5 partite è diventato una pippa che non era bono de giocà ne a dx che a sx.
      La strada che dice di voler percorrere pallotta è di per se sbagliata, anzi!!
      Una gestione puramente imprenditoriale della squadra ci potrebbe portare verso il traguardo di una crescita costante e della solidità necessaria a rimanere costantemente ai vertici. Ma tra il dire e il fare….poi a Roma diventa tutto più difficile.

      • Marimbarzi ha detto:

        Scusate, volevo scrivere “La strada che dice di voler percorrere pallotta NON è di per se sbagliata”