romanews-roma-justin-kluivert-gonzalo-villar-cengiz-under-cagliari
Foto Getty

CONTI ALLA MANO – ‘Conti alla Mano’ è la rubrica ideata e realizzata da Romanews.eu per cercare di capire meglio il rendimento della Roma attraverso le statistiche avanzate. Ogni settimana proporremo gli spunti più interessanti, provando ad analizzarli e a spiegarli in modo semplice. Oggi parliamo soprattutto del gioco verticale avuto dalla Roma contro il Cagliari, come dimostrano le statistiche del match.

romanews-legenda-statistiche-2-2.jpg

Le statistiche di Cagliari-Roma: solo il 43,3% di possesso palla per i giallorossi

Alla Sardegna Arena la Roma ha battuto 3-4 il Cagliari. Una gara rocambolesca, ma che i giallorossi hanno meritato di vincere ben oltre il risultato finale. Ciò è stato possibile principalmente grazie alla strategia tattica scelta da Fonseca. Il tecnico portoghese nel post partita ha detto: “A volte è meglio pressare meno per avere più spazio in contropiede”. E in effetti contro il Cagliari la Roma è stata molto più verticale del solito. La squadra capitolina ha realizzato il 68,2% dei passaggi in avanti, facendo registrare invece solo il 43,3% di possesso palla (sesto dato più basso in questa stagione). Tutto questo anche a costo di essere più imprecisa, visto l’80% di passaggi riusciti e i 34 palloni persi non forzati. L’importante per i giallorossi stavolta era attaccare gli avversari in profondità non appena possibile.

La strategia di Fonseca paga: 11 tiri in porta e 15 passaggi chiave

La strategia di Fonseca ha dato i frutti sperati in campo. La Roma infatti ha prevalso sul Cagliari in quasi tutti gli aspetti del match. La squadra capitolina ha realizzato più tiri (19 vs 7), più tiri in porta (11 vs 6), più passaggi chiave (15 vs 5), più dribbling (14 vs 6), più palloni recuperati (25 vs 19) e più azioni manovrate (16 vs 5). Ha inoltre prodotto ben 2,58 xG (cioè il coefficiente di pericolosità dei tiri tentati), contro gli 1,1 xG dei rossoblù. Solo nel numero di cross i giallorossi sono andati sotto (16 vs 21). D’altronde, decidendo di andare più in verticale, era inevitabile che rinunciassero un po’ all’ampiezza.

Bisogna sottolineare infine che la strategia di Fonseca ha alzato anche l’efficienza della squadra capitolina contro il Cagliari. Innanzitutto nel possesso palla, visto che il 4,5% dei passaggi completati sono stati chiave, mentre la media stagionale è appena del 3,2%. Poi nella precisione al tiro, visto che il 57,9% delle conclusioni giallorosse sono finite in porta (contro il 32,5% del resto della stagione). E quindi nella finalizzazione, visto che la Roma ha avuto il 155% di efficienza realizzativa (cioè il rapporto tra gol segnati e xG creati), mentre la media stagionale è soltanto del 94,7%.

Altri spunti statistici del match: Under e Mkhitaryan creano, esordio positivo di Villar

Guardando le statistiche individuali, i giocatori più determinanti per l’elevata produzione offensiva della Roma sono stati Mkhitaryan e Under. L’armeno ha realizzato 3 tiri, 3 passaggi chiave, 5 dribbling, 1 cross e 5 palle recuperate, oltre a 1 gol e 1 assist. Il turco invece ha effettuato 2 tiri, 4 passaggi chiave, 5 dribbling, 5 cross e 4 palle recuperate. Molto positivo inoltre l’esordio dal primo minuto di Villar. Il mediano spagnolo è stato bravo soprattutto nella costruzione del gioco, con 1 passaggio chiave, 2 dribbling e ben 33 passaggi completati (secondo giallorosso in questo aspetto). Male infine la difesa romanista, con Smalling e Fazio che non hanno recuperato un pallone né respinto un tiro avversario durante tutta la gara.

(fonte dei dati: WhoScored.com, Understat.com e Sofascore)

Leonardo Gilenardi

3 Commenti

  1. Finalmente speriamo che Fonseca abbia capito che a calcio devi andare in profondità per fare gol….e no mentre stai in contropiede ritornare indietro a fare il tic e tac….

    • Gio, non attribuire a Fonseca quello che fanno alcuni giocatori, Kolarov stesso, che non si sentono sicuri di aggredire e preferiscono una iniziale melina. Il gioco di Fonseca è aggressivo ma scopre parecchio la difesa e i centrali. Forse uno dei due terzini dovrebbe essere un terzino…e basta.

Comments are closed.