Foto Tedeschi

BRAGA ROMA TIKI TATTICA – Dopo la vittoria in campionato con l’Udinese, per la Roma è il momento di tornare sul palcoscenico europeo: alle 18.55 all’Estádio Municipal de Braga, la squadra di Fonseca affrontano il Braga, nel match valido per i sedicesimi di finale di Europa League. I portoghesi arrivano alla sfida dopo il successo di misura in casa del Santa Clara che ha consolidato il terzo posto in classifica, ma i portoghesi sono in serie positiva 7 partite con 5 vittorie e 2 pareggi.

Gli schieramenti

Lo Sporting Braga dovrebbe giocare in modo speculare alla Roma, con il 3-4-2-1, con Matheus in porta e la retroguardia composta da Borja, Tormena e Raul Silva. Linea di centrocampo con Esgaio, Al Musrati, Joao Novais e Galeno, che si giocherà il posto con Nuno Sequeira. Dietro alla punta, il giovane Abel Ruiz, spazio a Fransergio e Ricardo Horta, i due migliori marcatori.

Fonseca non rinuncia al suo 3-4-2-1 con alcune scelte obbligate. In porta può tornare Mirante, con la conferma per il trio di difesa composto da Mancini, Cristante e Ibañez, viste le assenze di un Kumbulla e Smalling. Diawara freme per ritrovare un posto da titolare a centrocampo, con Pellegrini verso un turno di riposo. Pedro e Mkhitaryan saranno a sostegno di Edin Dzeko.

La chiave

Il Braga è una squadra che cerca sempre di giocare la palla senza mai buttarla e cercano spesso di attirare l’avversario da una parte del campo per poi cambiare gioco improvvisamente per attaccare il lato debole. Giocano con la difesa alta e provano a disturbare fin da subito l’impostazione della manovra della squadra avversaria con un pressing ragionato. La voglia di giocare sempre la palla, però, espone i portoghesi a dei rischi: per questo per la Roma sarà importante tenere alto il baricentro e cercare una pressione con i tempi giusti per recuperare il possesso in fase offensiva. Allo stesso tempo, però, particolare attenzione dovrà essere prestata da parte dei laterali di centrocampo della Roma e dai centrocampisti centrali che dovranno essere bravi a seguire gli effettivi avversari nei frequenti inserimenti alle spalle della linea avversaria.i