Botta e risposta Sensi-Mou. La Roma pronta a raggiungere la Stella d´Argento

04/05/2010 - 0:00

 
Ancora Roma-Inter. La sfida infinita che ha contraddistinto questi ultimi cinque anni torna ancora, accompagnata come sempre dal solito strascico di polemiche. Stavolta lo Scudetto non c’entra , non sarà una partita “particolare” come quella di domenica sera , sarà coppa italia, sarà lotta vera. Per raggiungere la stella d’argento, che spetta di diritto a chi conquista la decima coppa Italia, la Roma recupera due tra  i suoi uomini migliori, come Pizarro e Vucinic, mentre l’Inter  perde Lucio e Sneijder e rimane con il dubbio Pandev.
 
POMERIGGIO AL VELENO – Era iniziato con la conferenza stampa di Claudio Ranieri, questo pomeriggio di vigilia della Finale di Coppa Italia. Una conferenza come al solito molto pacata quella del tecnico testaccino che non è voluto entrare nelle polemiche di Lazio-Inter ma ha voluto solo parlare della sfida di domani smorzando i toni. Ranieri ha parlato solamente di calcio, della forza dell’Inter ,di come la sua Roma sappia esaltarsi nei momenti di maggiore difficoltà “Sappiamo la forza dell’Inter, è una corazzata, ma le difficoltà ci piacciono”.
Totalmente diversi i toni usati da Mourinho nella conferenza stampa che è andata in scena nel tardo pomeriggio all’Olimpico. Il tecnico portoghese non ha perso tempo per polemizzare con Rosella Sensi riguardo le dichiarazioni di quest’ultima dopo Lazio-Inter : “La signora può essere presidentessa, dottoressa, nata in una culla d’oro ma deve avere rispetto dei ragazzi e della squadra. Tutti sanno come siamo arrivati qua. Non merito rispetto. Esigo rispetto”.  L’ex allenatore di Porto e Chelsea non si è fermato qui e ha voluto stravincere polemizzando anche sulla decisione di far giocare la finale all’Olimpico di Roma , la tana della squadra di Claudio Ranieri: “Hanno la fortuna di giocare la finale di Coppa Italia, in casa, cosa unica nel mondo. Nessuno gioca la finale di Coppa nel proprio stadio. In Francia, Portogallo e Germania si gioca in stadi neutrali. Ma non è un problema, facciamo una festa, è una finale di coppa”.
 
REPLICA – La risposta da parte del presidente della Roma è arrivata in  serata ed è stata una replica seccata  : “Non rispondo a certe provocazioni. Io rispondo solo al mio allenatore”.  Rosella Sensi ha voluto quindi chiudere le polemiche con il tecnico dell’Inter proprio per non creare un clima tesissimo, come quello che si sta respirando in queste ultime settimane. Un clima avvelenato anche dalle dichiarazioni di ieri di Lotito a cui il numero uno giallorosso ha risposto tramite un comunicato apparso nella prima serata di oggi sul sito della Roma:”Ricordo di aver disposto il silenzio stampa nella settimana del derby registrando viceversa l’assenza di interventi analoghi sul fronte opposto, che si è distinto negativamente con provocazioni di ogni genere come sarà agevole riscontrare dalla numerosa rassegna stampa riferito a quel periodo.” E poi su Lazio-Inter “Ricordo a solo titolo di cronaca, e senza che ciò venga frainteso come una sterile polemica, che il Presidente Lotito si è manifestato sull’argomento solo a Milano, in Lega, venerdì 30 aprile, invitando con  non poca enfasi, la stampa a pensare a Parma-Roma e non a Lazio-Inter. Prendo atto , a posteriori che aveva inequivocabilmente ragione”.
 
VERSO LA FINALE –  Sarà un Olimpico quasi tutto  giallorosso quello che ospiterà la Finale di domani. Saranno sessantamila i tifosi della Roma che hanno esaurito anche i biglietti per i distinti Nord, mentre giungeranno nella capitale circa ottomila interisti che prenderanno posto nel settore ospiti e anche in parte della Curva Nord. Per quello che riguarda le formazioni la Roma sembra ormai orientata verso il 4-2-3-1 con Burdisso dirottato a destra, causa la squalifica di Cassetti, e il dubbio Taddei-Menez per il ruolo di esterno destro. Completamente recuperati Vucinic e Pizarro che saranno regolarmante in campo dal primo minuto.
In casa Inter invece si fanno i conti le defezioni di  Lucio e Sneijder che Mourinho ha dato per certi assenti .Con ancora in dubbio la presenza di Pandev , sembra possibile l’impiego di Balotelli nel tridente offensivo. Oggi l’attaccante dell’under 21 ha parlato a lungo con Mourinho ed Eto’o  prima dell’allenamento, un segnale che dimostra come  lo spogliatoio interista e Balotelli cerchino di ricompattarsi per far fronte a questo caldissimo finale di campionato. Un finale di campionato che vedrà protagonista anche la Roma di Claudio Ranieri che farà di tutto per rendere difficile la vita agli uomini di Mourinho e far diventare realtà il sogno dei tifosi. Magari iniziando da domani sera raggiungendo la Stella d’Argento.
 

Massimiliano Guerra

 
LE PROBABILI FORMAZIONI 
 
ROMA (4-2-3-1): Julio Sergio; Burdisso, Mexes, Juan, Riise; Pizarro, De Rossi; Taddei, Perrotta, Vucinic; Totti
 
INTER (4-1-4-1): Julio Cesar, Chivu, Samuel, Cordoba, Maicon, Motta, Cambiasso, Zanetti, Eto’o, Milito, Balotelli
 

Scrivi il primo commento

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*