Alessandro Bonan, conduttore Sky, è intervenuto a “Unico Grande Amore”, programma trasmesso da Teleradiostereo 92.7, ritornando sulle domande che ha posto a Rosella Sensi, al termine di Roma-Milan di sabato scorso.
 

“Mi sono reso conto immediatamente dell’errore commesso durante l’intervista con Rosella Sensi. E per questo ho chiesto scusa, cosa che spero possa bastare, anche perchè di più non posso fare. Ho rivisto il contraddittorio e il tono ironico che ho utilizzato è figlio di un nervosismo che evidentemente mi portavo già dentro e che è saltato fuori in modo errato durante l’intervista alla Sensi. Ho contattato la dirigenza, spero sia definitivamente chiarito il caso. Né da parte di Sky, né da parte del sottoscritto c’è accanimento contro la Roma. Anzi, professionalmente parlando essere dalla parte della Roma serve perchè la squadra di Spalletti tiene in vita il campionato e rappresenta l’Italia in Champions League. Io uso sempre dei toni particolari in trasmissione, sono toscano, non cerco lo screzio, non sono maleducato, ma semplicemente mi piace la battuta e spesso con gli interlocutori si creano contraddittori anche piacevoli. Sarei autolesionista se avessi dei pregiudizi per una squadra che inoltre ha grande potere mediatico perchè tanti abbonati Sky sono romanisti e, posso affermarlo anche per conto dei miei colleghi, nessuno rema contro la Roma. Sento parlare male di Bergomi, dico che Beppe è un professionista esemplare e una persona pacata che oltretutto stima profondamente Spalletti e il gioco dei suoi calciatori. Io avverso alla dirigenza della Roma in nome dell’amicizia con Franco Baldini? Non scherziamo, basta con le leggende metropolitane per favore. Sono amico di Franco da venti anni, ma in primis non mi risulta che lui sia nemico della Roma e poi anche se fosse non vedo per quale motivo di rimando io debba seguire la sua linea”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here