10 Dicembre 2010

BOLOGNA messo in mora dai giocatori: ´Siamo presi in giro´

Quattro calciatori del Bologna, cioè Di Vaio, Moras, Portanova e Viviano, in rappresentanza di tutta la squadra rossoblu, hanno comunicato ufficialmente oggi pomeriggio che procederanno, coadiuvati dall’Assocalciatori, alla messa in mora della società per le mensilità finora non corrisposte. Questo uno stralcio della nota sottoscritta dai quattro giocatori e apparsa sul sito del Bologna:”Siamo arrivati a questo passo dopo esserci confrontati con l’AIC. Abbiamo fatto partire le raccomandate di messa in mora della societa’ firmate da tutti giocatori della squadra. Abbiamo aspettato l’ultimo giorno utile possibile con la speranza che quanto promesso venisse rispettato. Ma cio’ non e’ avvenuto. E’ decisione frutto della delusione verso la societa’. Ci siamo sentiti presi in giro.La societa’ era obbligata a pagare entro novembre le tre mensilita’ di luglio, agosto e settembre e per questo ci e’ stata data la penalita’. Con la messa in mora si richiede il pagamento delle mensilita’ dovute fino al giorno della spedizione della lettera, ma noi chiediamo solo le tre mensilita’ dovute, il resto arrivera’ a febbraio come da contratto. Qualcuno ci ha fermato dicendoci di non far fallire la societa’ ma l’AIC ci ha detto che non e’ certo per questo gesto che la societa’ potrebbe rischiare il fallimento. Noi l’abbiamo fatto soprattutto per rispetto di questo gruppo e dare la possibilita’ a chi vorra’, nel caso si dovesse andare avanti, di ottenere lo svincolo durante il mercato di gennaio. Ci sono ragazzi giovani che magari vengono da fuori che non possono stare 6 mesi senza stipendio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.