Chi è Azmoun, il “Messi d’Iran”: tanti gol in Russia, pochi in Germania e il recupero dall’infortunio

Giacomo Emanuele Di Giulio
24/08/2023 - 11:01

Tutti i numeri del calciatore iraniano che è in procinto di vestire la maglia giallorossa in questa stagione

Chi è Azmoun, il “Messi d’Iran”: tanti gol in Russia, pochi in Germania e il recupero dall’infortunio

AZMOUN ROMA ATTACCO – La Roma è vicina all’acquisto di un attaccante. Sardar Azmoun è ad un passo dal diventare un nuovo calciatore della rosa di Josè Mourinho. Il classe ’95 iraniano arriverà dal Bayer Leverkusen dove ha giocato nelle ultime due stagioni con alterne fortune. In patria è soprannominato come il “Messi d’Iran”.

I numeri e gli infortuni di Sardar Azmoun

L’esperienza in Russia

L’iraniano Sardar Azmoun a sorpresa sbarcherà nella Capitale. Il centravanti iraniano ha giocato per molti anni in Russia tra Rubin Kazan, Rostov e Zenit San Pietroburgo. La Roma si era già interessata a lui nel 2021 quando giocava nella squadra della seconda città russa ma poi non se ne fece più nulla. In Primier Liga russa ha giocato 208 partite realizzando ben 85 gol e collezionando 32 assist con una media di una rete ogni 154 minuti giocati. La sua miglior stagione, a livello di realizzazioni, è nel 2019/20 con 21 segnature in 38 partite.

I due anni in Germania

Il 30 gennaio del 2022 il calciatore asiatico ha deciso di lasciare la Russia per approdare in Germania. Il Bayer Leverkusen ha acquistato le sue prestazioni per 2,5 milioni di euro. Nei suoi primi sei mesi in Renania Settentrionale, la punta ha giocato 11 partite segnando una sola volta in Bundesliga. Nella sua seconda stagione teutonica ha avuto più spazio, 33 presenze, ma realizzando solamente 4 reti. Dopo 18 mesi ha quindi deciso di cambiare di nuovo aria ed approdare nel terzo campionato della sua carriera, quello italiano.

SEGUI ROMANEWS.EU SU INSTAGRAM

La centralità nella nazionale iraniana

Il classe 1995 è uno dei pilastri della nazionale iraniana con la quale ha vinto anche la CAFA Nations Cup 2023, competizione per le nazionali dell’asia centrale, segnando il gol vittoria in finale contro l’Uzbekistan. Il suo esordio in nazionale è datato 25 maggio 2014 con il pareggio per 0-0 contro il Montenegro a Podgorica. La prima gioia non è però tardata ad arrivare, si tratta infatti della sua terza presenza in un amichevole contro la Corea del Sud il 18 novembre del 2014. Ha già giocato due edizioni Mondiali (Russia 2018 e Qatar 2022) e nel 2019 è stato protagonista in Coppa d’asia con 4 reti in una manifestazione che ha visto l’Iran fermarsi in semifinale.

Gli infortuni

Nelle ultime due stagioni Sardar Azmoun ha avuto dei problemi fisici che ne hanno ridotto le sue potenzialità. Nell’inverno 2022 è stato fermo per uno strappo che lo ha tenuto fuori per 10 partite dal 6 ottobre al 15 novembre alla sua prima intera stagione con il Bayer Leverkusen. Stesso problema ad inizio di questa annata. Lo stop è arrivato il 24 luglio e lo ha visto già out per le prime due giornate di Bundesliga. Il calciatore ha ripreso da poco ad allenarsi con i compagni in gruppo al Bayer e potrebbe essere disponibile già per il Milan il primo di settembre o al massimo dopo la sosta per la sfida con l’Empoli.

Giacomo Emanuele Di Giulio

Vedi tutti i commenti (30)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

    1. E infatti secondo te perché hanno accettato il prestito NON oneroso e con diritto a 13 milioni ?

      “Eeeeeehhhh amico mio ! Amiiiiico miiiiiiiiiiiiiiooooooo” cit.

  1. mi auguro che i Friedkin cedano presto la società perchè non oso pensare cosa potrebbe accadere il prossimo anno.

  2. Non esiste una calda del genere
    Non lo facciamo passare per fenomeno per favore
    Contro il Milan spero pinto s’intenda conto del casino che ha fatto

  3. “Nelle ultime due stagioni ha avuto dei problemi fisici che ne hanno ridotto le sue potenzialità”… questo ancora deve arrivare e già è rotto! Però i Friedkin ce lo potevano dire che invece di investire nell’A.S. Roma preferivano farlo in ambito sanitario. Welcome to Roma Hospital Center 😭

  4. Ha tutti i requisiti per diventare l’operazione più scriteriata del recente mercato della Roma.
    Mi ricorda tanto l’acquisto di Ibarbo, che arrivò già infortunato…
    Capisco la necessità dei paletti finanziari, ma a questo punto è meglio non fare nulla.
    Dubito che l’operazione possa essere condivisa da Mou.

  5. MORATA-SCAMACCA-LUKAKO ecc.ecc.
    Alla fine andiamo ad acquistare AZMUN 4 GOAL IN 44 PARTITE .
    E VOGLIAMO ANDARE IM CHAMPIONS?

  6. Va bene se farà il vice-Dybala, ma dove sta il centravanti forte da 20 gol che “toglie” il posto a Belotti e ci consente di fare il salto di qualità per il quarto posto? Tra 8 giorni giochiamo contro il Milan, fate un po’ voi…

  7. Daí numeri in Germania e infortunio incluso il vecchio Fabio Junior è un goleador a confronto . Perplesso dalla Società assente e imbarazzante.

  8. Speriamo di stare a “limare i dettagli” così sfuma anche questa trattativa come le altre quattrocentoventisei

  9. Cominciamo a fischiare allo stadio alla vista del presidente e mettiamo a Trigoria un bel cartello su scritto Pinto fuori da Roma e dentro Sartori o Corvino .a ricordiamo che manca il difensore e che stiamo vendendo faticanti senza recompra un genio.

  10. Altro prestito giocatore sconosciuto e convalescente.Siccome i tifosi della Roma in casa strariempiono l’Olimpico la società li ripaga con tutti scarti di altre squadre.Non potete prendere x il culo tifosi e allenatore.Non me la prendo con Pinto,ma direttamente con il presidente,la campagna acquisti è una buffonata come chi è al vertice della società. Sempre e solo forza ROMA.

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...