Il fondo arabo, il nuovo ds e l’obiettivo di Souloukou: tutti gli aggiornamenti

Marco Guerriero
09/02/2024 - 12:28

Dall'Arabia alla ricerca del nuovo ds: il futuro dirigenziale della Roma è ancora da chiarire. Intanto, la Ceo Souloukou continua a muoversi

Getty Images
Il fondo arabo, il nuovo ds e l’obiettivo di Souloukou: tutti gli aggiornamenti

ROMA DS ARABIA SOULOUKOU – Tante domande, ma ancora poche risposte. In casa Roma il futuro è un rebus. Dalla notizia dell’addio di Tiago Pinto, la dirigenza è alla ricerca assidua del nuovo direttore sportivo. Oltre a questo, nelle ultime settimane si sono aggiunti i rumors di una possibile cessione del club a un fondo saudita. In mezzo a tutto ciò, chi potrebbe giocare un ruolo decisivo è la Ceo giallorossa Lina Souloukou.

Roma, la Ceo Souloukou vuole accentrare su di sé le decisioni. E sul nuovo direttore sportivo…

Come riporta La Repubblica, con Dan Friedkin occupato a gestire l’intero business del gruppo, oltre che la scelta del nuovo ds, e il vicepresidente Ryan uomo ombra di Daniele De Rossi, la Ceo Lina Souloukou è l’unico dirigente in carica nell’enorme vuoto di potere che vige a Trigoria. Una fase di passaggio per la proprietà americana, mentre non si placano le voci che vogliono il club nel mirino dei fondi d’investimento arabi.

La manager greca vorrebbe mettere il più possibile le mani (e i propri uomini) sulla Roma. E accentrare su di sé ogni decisione tanto a Trigoria quanto a Viale Tolstoj. Nelle ultime settimane è partito l’assalto al ruolo di direttore sportivo, reparto scouting e comunicazione per prendere sempre più spazio nelle grazie dei Friedkin, giornalmente aggiornati su quanto fatto. Un lavoro politico di cui la Ceo giallorossa è maestra dai tempi di Madrid e Atene. Intrattenere rapporti, stringere amicizie e lavorare nell’ombra. 

Senza mai apparire, spingendo la candidatura di dirigenti a lei più vicini, proponendo il suo ex braccio destro all’Olympiakos, François Modesto, per il posto lasciato vacante da Tiago Pinto. Per ora, però, non c’è il placet di Dan Friedkin. Adesso il nome nuovo portato sulla scrivania del presidente è quello di Dario Baccin, attuale vicedirettore sportivo dell’Inter.

SEGUI ROMANEWS.EU ANCHE SU INSTAGRAM!

Vedi tutti i commenti (9)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. I Friedkin sono da poco nel mondo del calcio, devono lasciar fare a Lina Souloukou che è più navigata ed esperta di loro, non credo che gli arabi siano interessati alla Roma, Modesto come DS va bene, conosce il calcio italiano ed è un buon intenditore del calcio estero.
    Basta prendere giocatori rotti o fragili come Sanchez, serve gente sana ed affamata.

  2. Articolo basato sul nulla.
    Ecco le fonti:
    – dichiarazioni o atti concreti della CEO citati? 0!
    – dichiarazioni o atti concreti di Dan o Ryan Friedkin citati? 0!
    – dichiarazioni o atti concreti di tesserati della Roma citati? 0!
    – notizie riportate? 0!
    Questo è il giornalismo sportivo (per non dire altro…) di Repubblica.

  3. Aivoja…..Er fondo arabo..ahahah Ma fatela finita con le baggianate….parliamo di concreto..gli americani non mollano fino a che non avranno l’assoluta certezza che lo Stadio non si farà…..(e non si farà)..quindi almeno un altro annetto siamo obbligati a tenerli .

  4. A prescindere dai fondi arabi o meno, quelle però sono cose che nessuno può sapere se sono reali o fuffa, abbiamo sette giocatori in prestito, la Roma praticamente a giugno è da rifare completamente, cosa si aspetta a prendere un direttore sportivo, o visto che da quanto si legge ora fa tutto la signora Greca, che voglia fare anche il direttore sportivo?

  5. Una società fantasma… Possibile non avere già in mano un DS da qualche mese? Basta gente dall’estero che non è capace nemmeno di capire Roma nemmeno in occasione di un funerale di un suo capitano. DDR a vita e mettiamo un DS capace che sappia prendere sia campioni affermati che giovani… non bisogna fissarsi solo su una strada o l’altra.

  6. Articolo vero a metà. Con i texani il “fondo” lo abbiamo già trovato (o meglio toccato), ora manca solo di trovare l’arabo…..