19 Maggio 2010

APPUNTI DAL CAMPO di Angelo Mangiante: Roma, occhio al mercato

Sapremo molte cose in più quando la Roma si ritroverà il 14 luglio a Riscone di Brunico. Conosceremo chi avrà appena vinto il mondiale. Sapremo se Burdisso sarà campione del mondo. Se lo saranno due riserve della Roma come Julio Baptista e Doni o un punto fermo come Juan. Sapremo se De Rossi alzerà per la seconda volta di fila quella Coppa.
Di sicuro nel ritiro estivo si ripartirà con una certezza: Claudio Ranieri. Con un contratto che lo legherà a Roma fino al 2013. Ha scelto di rimanere l’allenatore. Ma non per tornare indietro. Anzi, per aggiungere qualcosa alla sua squadra.

La prossima stagione la Roma potrà sfruttare la rivoluzione di altri club. La Juve dovrà sperimentare Del Neri, il Milan il dopo Leonardo. La Roma può essere, ancora, la vera e unica rivale dell’Inter.
Per farlo dovrà vendere bene e poi investire con intelligenza. Sulla lista dei sicuri partenti Doni, Julio Baptista e Cicinho. L’operazione con i tre brasiliani garantirà un risparmio di 15 milioni lordi d’ingaggio e un’entrata, per cessione di cartellini, di altri quindici milioni di euro. Possibili le cessioni di Mexes, Brighi, Andreolli, Guberti e Cerci.

In entrata, oltre a Fabio Simplicio e alla conferma di Burdisso, Ranieri cerca garanzie tecniche. Vuole un esterno basso di destra per la difesa. Un?alternativa di lusso a Taddei. Un vice Riise. Un esterno alto di sinistra. Una punta, visto che Totti per Ranieri non può giocare ogni tre giorni. Se la Roma vincerà lo scudetto estivo degli acquisti mirati, che non significa spendere più degli altri, può rimanere in prima fila con l?Inter anche il prossimo anno. Fondamentale però muoversi con tempismo e assecondare le priorità di Ranieri.

La Champions il prossimo anno toglierà le forze al campionato della Roma. La squadra ha già pagato a metà stagione un impegno peraltro facile come l’Europa League. Figuriamoci la fatica fisica e mentale della Champions. Per questo la rosa deve essere ampliata, aumentando la qualità.
Non disperdere quel patrimonio d?entusiasmo culminato con i 20.000 tifosi a Verona. Deve essere questo l?ordine di scuderia della Roma. Deve essere questo lo sforzo sul mercato per continuare a rimanere al vertice in Italia. E ritornare ad esserlo in Europa.

Angelo Mangiante
Sky Sport ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.