16 Marzo 2008

Appunti dal campo di Angelo Mangiante: Roma-Milan

 
E’ il 16’ del secondo tempo e Spalletti in panchina guarda negli occhi Giuly. “Vai Ludo, è il tuo momento. Dai tutto perché c’è tempo per recuperare”. E’ l’inizio della rimonta. Pochi minuti prima aveva mandato in campo Vucinic. Prendendolo per un braccio gli aveva detto con energia: “ Mirko, fai tutto in velocità. Cerca lo spazio e inserisciti”. Ha avuto ragione. L’ennesima conferma. Non c’è oggi nessun allenatore in Italia capace di incidere dalla panchina come Spalletti.
 
Metti insieme l’Architetto, il Mago e l’Artista. Agiti bene nel frullatore e hai la ricetta per il ribaltone più clamoroso che tiene vivo il campionato.
 
L’architetto viene da Certaldo. Tre anni fa prese la Roma tra le macerie. Oggi disegna imprese che i tifosi difficilmente dimenticheranno. Quando il miglior Milan dell’anno sembrava dominare, ha cambiato in fretta il progetto tattico inserendo il Mago e l’Artista.
 
Il Mago Giuly viene dalla Corsica e ha vinto una Champions con il Barcellona. Quando entra nell’ultima mezz’ora estrae colpi a sorpresa mai casuali. Lo scorso anno in panchina c’erano Rosi e Okaka. Non era la stessa cosa. Giuly è sempre il primo a scherzare anche quando va in panchina. Uno che si è calato benissimo nello spirito di gruppo. Ma il Mago è sempre pronto a colpire e si traveste da centravanti per accendere i fuochi d’artificio con il quinto gol in campionato, il più importante da quando è in Italia.  
 
In Italia l’Artista Vucinic è arrivato a 16 anni. Accompagnato dal talento dei predestinati. Ha concesso il bis entrando nel secondo tempo come al Bernabeu. A Madrid si era preso tutto il palcoscenico nella partita perfetta. Contro il Milan ha combinato un doppio scherzo al suo amico Savicevic. Il suo gol decisivo all’andata era arrivato giocando da prima punta, visto che Totti era assente per infortunio. Stavolta ha giocato da attaccante alto di sinistra subentrando a Mancini, ma il risultato è stato comunque devastante. La rete del 2-1 sul Milan è ancora più pesante perchè fa volare la Roma. Rimangono 6 i punti di distacco dall’Inter, ma il paradiso, tra campionato e Champions, è vicino. E per rimanerci l’Architetto, il Mago e l’Artista sono pronti ad attingere dalla fantasia per continuare la festa. 

 
Angelo Mangiante (Sky Sport)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.