31 Agosto 2009

Appunti dal campo di Angelo Mangiante: ´Cinquanta milioni di euro, questa la differenza tra Roma e Juve´

Cinquanta milioni di euro. La cifra spesa per acquistare in estate Diego e Felipe Melo. Questa la differenza tra Roma e Juve.All’Olimpico i due brasiliani hanno mostrato quanto conti la possibilità di rinforzare la rosa sul mercato.Proviamo a capovolgere gli investimenti. Con quella cifra, cinquanta milioni, la Roma si sarebbe divertita ad acquistare un attaccante di peso che da tempo chiede Spalletti, ad esempio Adebayor, Pavlyucenko ma anche Pazzini o Quagliarella, e un grande esterno, uno alla Robben per intenderci.Al contrario, se la Juventus non avesse potuto investire, si sarebbe ritrovata Poulsen al posto di Melo e magari Giovinco al posto di Diego. Non la stessa cosa.Da qui i dubbi di Spalletti. Ha sposato la causa Roma, ma ha le sue ragioni quando dice che senza organizzazione non si possono fissare gli obiettivi. Sostiene che bisogna navigare a vista. In pratica, non vuole illudere nessuno.Spalletti ha cercato con la Juve di rimediare in extremis al gap di mercato. La mossa Julio Sergio al posto di Artur è stata coraggiosa e azzeccata. La scelta di indicare De Rossi alla vigilia come sicuro protagonista è servita per caricare il Capitan Futuro che ha estratto una prestazione di alto livello.La sosta servirà per curare la parte difensiva. I tre gol subiti, come a Genova, sono il segnale di un cartello lavori in corso per la difesa che resta il problema più evidente.Ma la considerazione iniziale rimane la più attuale. Se anche la Roma avesse potuto investire cinquanta milioni sul mercato non sarebbe finita così Roma-Juve. I due schiaffi di Diego e quello di Melo lo dimostrano in maniera inequivocabile.Angelo Mangiante
SkySportLEGGI LE ALTRE RUBRICHE DI ANGELO MANGIANTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.