Da Aouar a Celik e Spinazzola: i bocciati di Mourinho con il futuro a rischio

Marco Guerriero
02/12/2023 - 9:50

Anche senza fare nomi, Mourinho ha puntato il dito contro l'atteggiamento di alcuni suoi giocatori nel post partita di Servette-Roma

Getty Images
Da Aouar a Celik e Spinazzola: i bocciati di Mourinho con il futuro a rischio

AOUAR CELIK SPINAZZOLA ROMA – Da un semplice “dolce della nonna” si è passati direttamente all’accusa di un atteggiamento superficiale. Il copione sembra praticamente identico al post partita andato in scena a Praga: un velato, ma non troppo, “J’Accuse” di Mourinho, che punta il dito contro la prestazione di alcuni giocatori, rei di avere poca personalità, motivazione e non solo.

Anche questa volta, dopo il pareggio contro il Servette, lo Special One è tornato a martellare su questo tasto. È vero, i nomi non sono stati fatti. In casa Roma, però, si può provare ad individuare quei giallorossi a cui erano indirizzate le stoccate del mister portoghese. In particolare, a finire sul banco degli imputati sono diversi componenti della rosa: da Aouar e Celik, passando per Spinazzola.

Mourinho avvisa Aoaur, Celik e non solo: “Così non giocheranno molto”

Ma con chi ce l’aveva Mourinho giovedì sera a Ginevra? Questa è la domanda più in voga delle ultime ore che aleggia dalle parti di Trigoria. Come scrive La Gazzetta dello Sport, l’ultimo sfogo del tecnico in Europa League ha ricordato per certi aspetti lo stesso del 6-1 di Bodo durante la sua prima stagione romanista, quando a farne le spese furono sostanzialmente i vari Reynolds, Villar, Mayoral, Diawara e Kumbulla (con l’albanese che poi fu il primo a essere reintegrato).

Stavolta, il mirino del mister, riporta La Rosea, si è posato in primis su Aouar. A sostenerlo anche i numeri della sua partita, finita dopo appena 56’ di gioco: 12 palloni persi su 37 (di fatto uno su tre), solo due duelli vinti su 9, due dribbling negativi su due e 4 falli fatti. L’algerino non solo è deficitario nella fase difensiva, ma ma anche in quella di possesso, dove invece prima almeno qualcosina riusciva ad aggiungere. L’impressione è che dopo la sfida di Ginevra per Aouar di altre occasione ce ne saranno poche.

Poi ci sono quelli subentrati, ovvero Pellegrini, Belotti, Spinazzola e Renato Sanches. Entrati in campo con un atteggiamento svogliato, che li ha portati a sbagliare un po’ tutto quello che c’era da sbagliare. Il laterale giallorosso è in scadenza di contratto e potrebbe anche lasciare la Roma a gennaio, in caso arrivi un’offerta. La generosità del Gallo è sempre apprezzata da Mourinho, ma negli ultimi tempi, complice l’exploit di Azmoun, sembra essersi incupito. E il centrocampista portoghese è ormai un mistero vivente.

Alcuni sostengono, inoltre, che il feeling tra il capitano e l’allenatore non sia più così forte come prima, anche se quest’ultimo una settimana fa ne ha parlato bene. Infine Celik, uno che non ha mai convinto lo Special One anche per evidenti limiti tecnici (esattamente come Kristensen, scivolato a destra da prima a terza scelta).

SEGUI ROMANEWS.EU ANCHE SU INSTAGRAM!

Vedi tutti i commenti (7)

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

    Tutti i commenti

  1. Mourinho Santo subito basta leggere i nomi citati dall’ articolo per capire che squadra di merd……..a gli hanno dato in 3 anni, per sta facendo miracoli

  2. una squadra che fa ridere per il 75%. meno male che svilar sembra pormettere benema….n’dicka,pellegrini,aouar,celick,kristensen,spinazzola,sanchez,paredes….ecco, questi mandali a giocare da un altra parte e compratene pochi ma buoni.

  3. Come dissi io e pochi altri al tempo dei loro acquisti aouar, celik, kristensen erano scelte totalmente sbagliate: nella seconda gestione americana potremmo contare almeno 8-9 altri vasi simili da reynolds a villar a solbakken mayoral diawara ecce.. Decine di milioni buttati per vincere solo una coppetta non prestigiosa quanto lo fu la Coppa delle Coppe che solo la sfortuna tolse alla ROMA nel 1969.

    1. Allora xché non citare l’Europa league che ci è stata tolta (di fatto) e che ci è costata la Champions e tutti i soldini che portava? Troppo poco prestigiosa pure quella? Se le vuoi dire dille tutte.

  4. Ma Aouar è un altro trequartista a cui si chiede di fare il tutto campista è chiaro che perde i palloni e non li recupera, ma questo si sapeva già da prima, un po’ la stessa cosa che accade con Pellegrini che ha senso se gioca da sotto punta annaspa a centrocampo.
    Ma il discorso è sempre lo stesso, sono anni che si costruiscono squadre a cavolo di cane con sovrapposizioni inutili e dannose, capisco il FPF, ma qui il progetto calcistico non esiste

  5. Io lo sostengo da sempre che i giocatori presi nella totalità prestiti e parametri zero,alzano poco e niente,e dico tutti tranne Lukaku.Dietro nei centrali siamo contati.L’altra sera abbiamo visto troppi atteggiamenti negativi.Un ragazzo Romano di venti anni è d’ esempio a giocatori famosi. EDOARDO BOVE.

Seguici in diretta su Twitch!

Leggi anche...