5 Novembre 2010

ANCELOTTI: ´La ROMA resta nei miei sogni´

Definisce «un’ingiustizia» l’esclusione dalla lista dei candidati per il Pallone d’Oro di Diego Milito, al quale avrebbe assegnato il premio. Scommette sul ritorno al top di Kakà e parla del suo futuro, confessando: «La Roma resta nei miei sogni». Così Carlo Ancelotti, tecnico del Chelsea, in un’intervista a ‘Studio Sport XXL – la top ten della settimanà, che andrà in onda domani alle 00.30 su Italia 1. «Un’ingiustizia l’assenza di Milito tra i candidati al Pallone d’oro, io lo avrei dato a lui», dice Ancelotti parlando del bomber argentino dell’Inter. Il manager dei ‘Blues’ parla anche del difficile momento del brasiliano Kakà: «Kakà non è finito, tornerà come prima», assicura. Quanto a un giovane brasiliano del Milan, Pato, anch’egli in crisi, Ancelotti dice: «A Pato manca continuità, non gli si può chiedere niente oltre al talento. Comunque non verrà al Chelsea». Ancelotti si sofferma anche sulla maxi-squalifica inflitta ad Anelka per gli insulti a Raymond Domenech durante i recenti Mondiali di Sudafrica: «La squalifica di 18 giornate ad Anelka è un insulto alla sua intelligenza», dice. Poi, sul futuro: «Se il Chelsea me lo chiede, rinnoverò il contratto, ma non mi fermerò in Inghilterra tutta la vita. La Roma resta nei miei sogni»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.