Roma e Lazio avranno uno stadio ognuna. Questo il progetto di Gianni Alemanno, candidato Sindaco di Roma alle prossime elezioni, intervenuto a Radio Radio. “E’ necessario fare in modo che ci sia un investimento serio per costruire uno stadio per la Roma e uno stadio per la Lazio – ha esordito -. Saranno costruiti in zone a “portata di mano”, vicine. Ci sono già delle aree per mettere in pratica queste operazioni; e poi sarebbero investimenti che non costerebbero nulla al contribuente. Così – continua – faremmo in modo che la gente possa tornare allo stadio. Si deve avere un’idea dinamica della Capitale. Bisognerà mettersi a tavolino a studiare il Piano Regolatore di Roma e scegliere le opzioni, in modo tale che già dall’estate si possa trovare l’area. La zona ideale per la Roma è stata individuata, per la Lazio dovremo verificarla. Le aree – spiega – sarebbero date in concessione dal Comune che avrà in cambio la possibilità di un utilizzo sociale dell’impianto: con palestre anche per il pugilato, punti di incontro per costruire, così, un tifo buono e relazioni positive per la squadra”. E il Flaminio e l’Olimpico? “Il primo andrebbe al rugby; mentre il secondo sarebbe dedicato alle grandi manifestazioni, ai grandi eventi, alla Nazionale e all’atletica. Così il Coni potrà spostarsi su altri versanti e su altre manifestazioni di cui dovrebbe interessarsi”, l’idea conclusiva dell’esponente politico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here