Foto Tedeschi

ABRAHAM ZANIOLO ROMA – Sembrano ormai lontani i giorni in cui si aggiravano mugugni circa le due panchine di Zaniolo in campionato. Il 22 l’ha spiegato con serenità: “Mi hanno fatto riflettere, ma vivo di pressioni e rispondo sul campo”, detto fatto. Il classe ’99 in Conference ha messo in luce il suo arsenale e, insieme ad Abraham, probabilmente guiderà l’attacco della Roma anche oggi.

Leggi anche:
Mourinho, centrocampo da inventare: ipotesi Mancini

Verso la riconferma

José Mourinho pare infatti convinto e conquistato dalla coppia d’attacco formata dai giovani giallorossi, e contro il Torino all’Olimpico dovrebbero essere riproposti, anche in virtù del fatto che il tecnico, per un motivo o per l’altro, sembra intenzionato a proseguire con il nuovo assetto tattico, sottolinea La Repubblica. Zaniolo e Abraham contro lo Zorya sono stati argento vivo in campo. Discutono, fanno pace, si cercano, si trovano, segnano e si abbracciano, esultando insieme sotto la Curva Sud. Due personalità forti a confronto e tanta voglia di fare, fino al punto di rischiare, a volte, una giocata individuale di troppo. Ma a quanto visto contro gli ucraini, l’ingranaggio funziona, e Mou vuole puntarci per rimanere aggrappati al treno Champions che corre velocemente, dove non c’è spazio per passi falsi. Nicolò e Tammy parlano un misto di parole tra inglese e italiano per capirsi, ma al momento, sembra che con i piedi si intendano più che bene.