18 Gennaio 2013

STADIO ROMA, PARNASI: “SARA’ IL NUOVO COLOSSEO”

L’ESPRESSO (G.Turano) – Il settimanale d’informazione ‘L’Espresso‘ ha dedicato un’intervista esclusiva a Luca Parnasi. L’imprenditore proprietario del terreno dove verrà costruito lo stadio della Roma, il 30 dicembre scorso è partito per gli Stati Uniti per firmare il Memorandum of Understanding per il nuovo stadio con James Pallotta e gli altri soci della As Roma. Ed è lo stadio il tema principale della sua intervista. Ecco alcuni estratti:

Luca Parnasi, qual è il ruolo di Parsitalia nella costruzione dell’impianto di Tor di Valle?
Saremo i project manager e consiglieremo la Roma nell’affindamento della costruzione a varie imprese, le migliori”.

Visti i disastri degli stadi di Italia ’90 viene da chiedere se saranno imprese italiane
Si, le capacità ci sono. La chiave sarà il progetto dell’architetto americano Dan Meis, anche se è presto per parlarne. Allo stato non si sa neanche se sarà in cemento armato o una struttura metallica. L’impiantistica, l’illuminazione saranno fondamentali. Ma fondamentale è anche la nostra area, che ha battuto la concorrenza di altre 80 proposte. Tor di Valle, l’ex ippodromo, è già di fatto uno stadio, è sulla ferrovia Roma-Lido, è vicina all’aeroporto di Fiumicino e all’Eur, uno dei quartieri più riconoscibili di Roma. C’è anche il Tevere. Non dico che si arriverà allo stadio in barca, ma potrebbe essere un’idea. Di certo, gli americani vogliono fare dello stadio un nuovo Colosseo, un simbolo a livello mondiale”.

I tempi?
La progettazione è partita con l’inizio dell’anno. Calcoliamo sei mesi. Poi c’è l’accordo di programma da fissare attraverso la conferenza dei servizi con il comune, la regione, la sovrintendenza, il ministero dei beni culturali. Calcoliamo un anno. L’ideale sarebbe aprire il cantiere nell’estate del 2014 e i lavori li stimo in due anni. Pallotta vuole il nuovo impianto nel 2016. Forse arriveremo al 2017. Nessuno vuole un progetto forzato. Nessuno, soprattutto, vuole una speculazione immobiliare. Qui non si deve valorizzare un immobile ma l’asset As Roma”.

Quanto costerà e chi lo pagherà?

Le stime, al momento, variano molto, da 200 a 300 milioni di euro per 55-60 mila posti a sedere. Credo che la spesa finale sarà in un punto medio”.

Saranno i grandi sponsor o le banche a mettere i soldi? Possiamo definirlo un Project Financing?

Non conosco le scelte dei soci americani della Roma ma potrebbe essere un Project Financing. L’impianto genererà gli introiti sufficienti a pagare l’investimento. Gli sponsor saranno del la partita ma credo ci sarà un pool di finanziatori guidato dalle banche”.  

Che impatto ci sarà sull’area di Tor di Valle? Che cosa potrebbe ritardare l’esecuzione dei lavori?

Studieremo le migliori condizioni per non pesare sui residenti della zona. Ma, archeologia a parte, non dovrebbero esserci imprevisti importanti. Naturalmente bisognerà trovare un accordo per rafforzare i collegamenti garantiti oggi dalla ferrovia regionale. Poi rivedremo l’assetto del depuratore Roma Sud in sinergia con l’Acea“.   

Ma il calcio non le sembra in recessione?

La Juventus non ha ancora trovato uno sponsor che compri i Naming Rights (diritti di denominazione di un immobile, ndr.) del suo nuovo impianto come hanno fatto a Monaco o a Londra. Per la Juve, che ha un impianto di concetto diverso da quello indicato dai soci della Roma, non so dire. Forse aspettano il momento più opportuno. Ma credo che il calcio in Europa crescerà e che sarà così anche in Italia, come continua ad accadere sui nuovi mercati di Asia e Usa“.  

Teme che i problemi di ordine pubblico possano incidere sulla progettazione?

No. Sono convinto che a Roma daremo lezione di civiltà“.

Non ha l’impressione che i soci statunitensi siano stati accolti con scetticismo dalla città?

La città è giustamente scettica di fronte agli annunci sulla carta, ma quando ci sarà il progetto con le carte a corredo, l’emozione aumenterà. Per me costruire lo stadio della Roma è un sogno da imprenditore. Da tifoso sogno che Francesco Totti batta il record di gol di Silvio Piola nella nuova arena”. 

Scommetti sulla serie A, per te 50 euro di bonus e ti regaliamo il 100% della tua prima scommessa! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.