Foto Tedeschi

ROMA SERIE A DERBY LAZIO – Oggi lo stadio Olimpico ospiterà alle ore 18:00 il derby della capitale. Una partita particolarmente importante, un appuntamento che tanti tifosi giallorossi e biancocelesti aspettano e segnano sul calendario: il sold out registrato per la 178esima sfida in serie A tra Roma e Lazio è solo una delle conferme di quanto sia forte e sentita la rivalità tra le due squadre. Oltre alla gloria della vittoria contro i “cugini”, in palio ci sono tre punti che potrebbero essere determinanti per avere un posto in Europa: la Roma, attualmente a 48 punti in classifica, si trova solo a una lunghezza in meno dalla Lazio.

I numeri

Analizzando gli ultimi 20 derby, Roma e Lazio si sono sfidate 18 volte in Serie A e due in Coppa Italia. Con 5 pareggi e 4 sconfitte, i numeri sono in favore dei giallorossi che 8 volte hanno guadagnato 3 punti in campionato contro i cugini. In quest’arco di tempo, la panchina della Roma è cambiata 6 volte, una in più rispetto alla Lazio. L’allenatore giallorosso che ha giocato più derby è stato Luciano Spalletti che, su 5 incontri, ha totalizzato 3 vittorie e 2 sconfitte mentre in casa biancoceleste Simone Inzaghi, su 12 derby, ha riportato 4 vittorie, 3 pareggi e 5 sconfitte. Con i giallorossi, Rudi Garcia, con 2 vittorie e 2 pareggi, è stato l’unico a non avere mai perso un derby. Gli attuali allenatori dei due club, José Mourinho e Maurizio Sarri, si sono incontrati solo una volta in occasione della gara d’andata persa dalla Roma 3-2 il 26 settembre 2021.

Momenti indimenticabili

Negli ultimi 20 derby, sono 54 i gol segnati nella stracittadina e diversi sono stati i momenti che sono rimasti impressi particolarmente nel cuore dei tifosi della Roma. Indimenticabile è l’immagine della corsa di Balzaretti, in lacrime verso la curva sud, dopo aver segnato il gol del momentaneo 1-0 nel derby del 22 settembre 2013, vinto poi 2-0 dai giallorossi. Memorabile anche la partita del 25 maggio 2015 con mister Garcia in panchina e il colpo di testa di Yanga-Mbiwa a cinque minuti dalla fine. Del 2016 è invece il poker firmato dalla formazione giallorossa con i gol di El Shaarawy, Dzeko, Florenzi e Perotti, mentre la vittoria più recente risale al 15 maggio 2021, guadagnata grazie alle reti di Mkhitaryan e dell’ex Pedro, ora biancoceleste. Data indelebile è anche l’11 gennaio 2015 quando la Roma, sotto di due gol, è riuscita a pareggiare il match con la doppietta di capitan Francesco Totti, che esultando con un selfie sotto la curva sud, a 38 anni è entrato nella storia dei derby della capitale diventando il principale goleador con 11 reti.

Insomma, non solo vittorie ma anche partite sofferte e poi riaperte. Con oltre 50 mila tifosi giallorossi allo stadio che sosterranno la Roma, per la squadra di José Mourinho sarà indispensabile vincere non solo per vendicare la sconfitta dell’andata ma soprattutto per dimenticare la prestazione di Udine e riaprire la corsa verso l’Europa.